VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
15 July 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
01/05/2018 - Vercelli - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Un miracolo: perchè no? - Il Venezia di Pippo Inzaghi arriva al Piola e bisogna crederci

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Un miracolo: perchè no? - Il Venezia di Pippo Inzaghi arriva al Piola e bisogna crederci
Arbitro Niccolò Baroni di Firenze

( edm ) - L’8 maggio partirà, su Sky, la serie televisiva “Il miracolo” di Niccolò Ammaniti, e sette giorni prima, martedì 1° maggio, i tifosi vercellesi sperano in un secondo miracolo, ancora al “Piola”, dopo quello andato in scena sabato con il Parma.

 

Il Venezia di Pippo Inzaghi arriva a Vercelli dopo un tonitruante 3 a 0 rifilato al Palermo e, al pari del Parma, è la seconda matricola terribile che si sta giocando concrete chances di playoff per la serie A.

 

Ma il Parma, pur forte di sei vittorie e di un pareggio prima di mettere piede sul sintetico del “Piola” è franato sul colpo di testa di Castiglia, che freme al pensiero di entrare in doppia cifra nella classifica dei marcatori che, per un centrocampista, sarebbe un risultato fantastico in serie B, magari con il gol-salvezza.

 

Qualora dovesse riuscire a superare anche il Venezia, la Pro riaccenderebbe di colpo speranze che s’erano più che affievolite dopo il disastro di Chiavari e, giustamente, Massimo Secondo invita tutti a crederci, fortissimamente.

Il colpo di testa di Castiglia ha rimesso in carreggiata anche il tifo; e se, sabato, con il Parma c’erano allo stadio pochissimi vercellesi, c’è da sperare in un sostanzioso ritocco con il Venezia.

 

Invocare lo stadio ricolmo di tifo probabilmente è esagerato -il ko di Chiavari brucia ancora come mille soli -, ma, sotto sotto, andando a scavare nel cuore dei tifosi, non è un proclama poi tanto strampalato.

 

Contro il Parma pretendemmo una gara d’orgoglio, facendo riferimento alla nota metafora breriana dell’anima trattenuta tra i denti. La squadra ha risposto.

 

Certo accrescendo i rimpianti per la gara con l’Entella (che era da sei punti), ma lasciando pure intravedere un lampo di speranza: la luce lontana di un faro dalla nave che sta imbarcando acqua, ma che non è ancora affondata.

 

Occorrerà ripetere l’impresa con il Venezia, e non sarà assolutamente facile.

 

I lagunari hanno una difesa a prova di bomba (ma ce l’aveva anche il Parma) e, in organico, sfoggiano due “ex” carissimi al pubblico vercellese, anche perché autori di gol decisivi nelle due finali-promozione del 10 giugno 2012 e del 7 giugno 2014 che ci valsero la conquista della B: Modolo pareggiò il gol di vantaggio del Carpi nello spareggio di Modena e Fabiano, con un magico colpo di tacco, fece la stessa cosa al “PIola” contro il Sudtirol.

 

Al di là dei due ex, la squadra di Inzaghi può vantare atleti di assoluto valore come il portiere Audero, l’esperto difensore Domiziano, l’altrettanto esperto centrocampista Bentivoglio e, davanti, la coppia Litteri-Geijo che ti raccomando, ma che raccomando soprattutto ala difesa vercellese.

 

Difesa che, probabilmente Grassadonia schiererà a quattro (da destra Ghiglione-Gozzi-Bergamelli e Mammarella) fidando sul più offensivo 4-3-3, con tre certezze come Germano-Vives e Castiglia a centrocampo.

 

Davanti si annuncia pesante l’assenza di Raicevic, che stava giocando finalmente bene (bloccato dalla squalifica), e dunque (se si farà il modulo appena detto), spazio ai tre piccoli Bifulco, Reginaldo e Rovini.

 

La speranza è che uno dei tre le metta finalmente nel sacco, ma segni chiunque, anche Pigliacelli, purché si conquisti questo secondo successero interno che varrebbe, per noi, tutto l’oro di Fort Knox più il tesoro di Paperon de’ Paperoni e la rendita di Bill Gates.

 

Calcio d’inizio alle 15, agli ordini di Niccolò Baroni di Firenze.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it