VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
20 June 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
30/01/2018 - Vercelli - Enti Locali

ATENA ASM, I VERTICI RESTANO - Ma anche i nostri Lettori si organizzano e fanno la posta sulle strade - L'inutile sacrificio di Atena: non porterà a nessuna carriera politica - Mai un Commissario avrebbe firmato un contratto come quello sui Led

ATENA ASM, I VERTICI RESTANO - Ma anche i nostri Lettori si organizzano e fanno la posta sulle strade - L'inutile sacrificio di Atena: non porterà a nessuna carriera politica - Mai un Commissario avrebbe firmato un contratto come quello sui Led

Saranno anche loro allegri e frementi, come il capo Matteo Renzi.

 

Oriundo & Friends ormai sono sicuri di averla sfangata anche questa volta.

 

Macchè rimozione.

 

Macchè rispetto per la Mozione del Consiglio Comunale.

 

Vanno sul classico: hic manebimus optime.

 

Restano ai loro posti sia Fabrizio Tucci, sia Sandro Baraggioli, Peo Ranghino, Francesco Bavagnoli.

 

E del resto con che cuore si potrebbe mai rimuovere chi ha avuto la strabiliante abilità di fare firmare al Comune di Vercelli un contratto capestro come quello sull’illuminazione a Led.

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=77088

 

Ma a parte il contratto in tutto il suo articolato ( che già è drammatico, considerando le diseconomie patite da Vercelli rispetto allo stesso contratto di Novara), c’è poi una clausola che è un vero e proprio capolavoro di magìa perché si addossa al Comune anche l’eventualità che un domani le cose possano cambiare (l’essenza più autentica del rischio di impresa, che ovviamente è dell’impresa, cioè di Atena – Asm come ora si chiama – Iren).

 

Ecco il testo:

 

 


La manleva su un contratto da 15 milioni di euro non sono due lire: è veramente un lavoro da artisti.


Già non è da tutti essere capaci di pensarla, una clausola del genere: chapeau.

 

Ma poi sarebbe bello sapere chi sia l’ipnotizzatore che sia riuscito a farla digerire al Comune di Vercelli.

 

Quindi i cittadini di Vercelli sanno che – mediante il Comune – si portano vantaggi pazzeschi ad Iren.

Che pagano i cittadini.

 

Il Comune come uno “spallone” che trasferisce ricchezza dalle tasche dei cittadini ad Iren.

 

E se va bene ai cittadini va bene a chiunque.

 

E’ bello saperlo proprio nel momento in cui si parla se sarebbe meglio andare avanti con questa Amministrazione o con un Commissario: non lasciare il Comune nelle mani di un Commissario governativo.

 

Ma per sprovveduto che fosse, il Commissario mai avrebbe accettato di mettere la firma su una cosa del genere.

 

Perché – al contrario di certi Amministratori – di solito il Commissario governativo non è un servo di Iren.

 

Cosa ci guadagnino, poi, ad essere servi è ancora da dimostrare, dato che da ora in poi i boiardi del Pd regionale non potranno più garantire le occasioni di carriera politica in nome delle quali forse già si è svenduta Atena nel 2015.

 

Diranno presto gli elettori quale sarà la mercede per il  tradimento della fiducia popolare.

 

***

 

Però, se Oriundo & Friends vanno avanti allegri e frementi, anche i nostri Lettori sembrano attrezzarsi per il domani.

 

C’è come una evoluzione, come dimostra la gallery.

 

Ora, sempre in zona Cervetto, hanno seguito un performante Addetto alla pulizia delle strade che arriva fino all’angolo

 

 


di Via Lagrange e poi – forse non è più di sua competenza – lascia tutto com’è nella strada vicina.

 

***

 

Intanto in Via Testi siamo invece al quarto giorno in cui l’Emporio di #ciutitucci offre divani e componenti d’arredo di arte povera.

 

La roba può stare lì: tanto, chi se ne frega.

 

I vassalli di Iren mai contesteranno inadempienze contrattuali, commineranno sanzioni, irrogheranno penali.

 

Sono troppo amici.

 

E uno dice: ma una Mozione del Consiglio Comunale, il 24 novembre, prescriveva alla Giunta di fare controlli sul rispetto dei contratti con Atena (che ora, giova ricordarlo, ha cambiato nome in Asm spa).

 

Perché non rispettano il dettato del Consiglio Comunale?

 

Lo hanno già detto: noi con le Mozioni ci puliamo.

 

PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it