VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
16 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
09/02/2018 - Biella - Salute & Persona

CAVAGLIA' - Il Movimento Valledora chiede chiarimenti sulle discariche

CAVAGLIA' - Il Movimento Valledora chiede chiarimenti sulle discariche

Sono giorni importanti questi per quanto riguarda il tema dei materiali post consumo cioè i nostri rifiuti per via dell'incalzare degli eventi. 


Si tratta, infatti, di considerare alcuni elementi accaduti di recente sulla Valle Dora e di collegarli tra loro. 


Prima questione: le due nuove discariche di Cavaglià che sono state autorizzate dalla Provincia di Biella lo scorso anno, sono destinate a usi diversi. Una prima per rifiuti urbani, cioè l’indifferenziato, ma la seconda per rifiuti speciali. Insistere che il Biellese andrà in "emergenza" , qualora i ricorsi dei comuni di Tronzano, Santhià, Alice Castello e Cavaglià contro il provvedimento, avessero la meglio sulla decisione di Biella, e continuare a ignorare questa evidenza, significa non avere un'obiettiva visione dei fatti. La domanda è una sola: perché si sono presentati i due progetti interdipendenti? Ovvio che per il privato, questo è vantaggioso, ma per il pubblico la contiguità delle due discariche mette la parte pubblica in situazione di svantaggio.  Nella discarica ormai esaurita Cosrab/Asrab sono finiti per anni rifiuti non solo biellesi ma anche quelli di altre province, quindi quando si sono date le autorizzazioni ai riempimenti esterni, non esisteva la preoccupazione della tenuta della discarica? Per anni il Biellese non si è preoccupato di attuare opportune politiche di riduzione dei rifiuti e solo recentemente e molto in ritardo, alcuni comuni sono diventati "virtuosi". Inoltre suggeriamo una soluzione ai temuti elevati costi delle bollette: Cosrab (consorzio rifiuti biellesi) potrebbe alleggerire le bollette dei cittadini virtuosi o bisognosi con la somma ricevuta dal contenzioso Cosrab/Asrab, risolto subito appresso il sì della Provincia di Biella. 


Seconda questione: nel luglio 2016 è stata depositata la petizione del Comune di Tronzano, alla commissione europea, per chiedere l’attenzione dell’Europa su alcune presunte violazioni a norme che riguardano la gestione dei rifiuti e la gestione delle cave. Martedì, 30 gennaio, Andrea Chemello, primo cittadino di Tronzano è stato invitato dalla stessa commissione a Bruxelles per un intervento sull’ammissibilità del quesito della petizione. Alla fine l’Europa ha accolto la proposta di prendere in esame il fascicolo, dimostrando di aver capito benissimo il nostro sindaco e il problema, nonostante la differenza linguistica. Tempestivamente, pochi giorni dopo tale audizione, la Regione Piemonte con la DGR n. provvisorio 56979 del 23/01/2018 “ Area di ricarica degli acquiferi profondi”finalmente pone dei vincoli in Valle Dora. A pagina 20 riporta per i comuni di Cavaglià, Alice Castello, Santhià, Tronzano Vercellese e Borgo d’Ale il “divieto d’insediamento di nuove attività di discarica di rifiuti o di ampliamento di quelle esistenti”. Qualcuno penserà “finalmente”, ma c’è un distinguo. Il successivo punto che detta “ Sono escluse da tale divieto le attività che, alla data di apposizione di tale vincolo, hanno ottenuto parere favorevole o giudizio di compatibilità ambientale”, depone a garanzia dei recentissimi ampliamenti autorizzati dalla Provincia di Biella (attualmente in stand-by per i ricorsi sostenuti da ben 4 comuni dell’area) e di questo certamente alcuni politici locali possono essere soddisfatti. L’ultimo tassello del puzzle è la richiesta di costruzione di un impianto per CSS (combustibile solido secondario) derivato dalla lavorazione dei rifiuti non più differenziabili. Di questo non si era fatto cenno nella precedente richiesta dell’impianto di trattamento della plastica presente al Polo tecnologico, pertanto si può ipotizzare che la catena delle richieste al Polo di Cavaglià non sia terminata e siccome il Css è ottimo per i cementifici e gli inceneritori, ci auguriamo che il prossimo passo non sia davvero un bel camino che brucia! 

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca: http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte: 
https://www.facebook.com/VercelliOggiit - 1085953941428506/?fref=ts

PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it