VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 9 luglio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
19/01/2013 - Vercelli - La Posta

CRESCENTINO – L’Assessore all’Ambiente Gianni Taverna propone una petizione contro i disagi causati dal C.o.ve.va.r.

CRESCENTINO – L’Assessore all’Ambiente Gianni Taverna propone una petizione contro i disagi causati dal C.o.ve.va.r.
Gianni Taverna

Nel Febbraio 2011 il Comune di Crescentino - come del resto tutti i comuni della provincia - vengono inglobati all'interno del consorzio obbligatorio vercellese per la raccolta rifiuti per passare alla raccolta differenziata porta a porta. Disagi fin dal primo giorno con il paese pieno di immondizia per tre settimane: così comincia a manifestarsi l'inadeguatezza. A metà luglio 2011 inizia il Porta A Porta, con disservizi di tutti i tipi, numero verde completamente inesistente.



Tutti i comuni compreso il nostro hanno dovuto nei fatti sostituirsi al consorzio, per rimediare alle mancanze. 


Quando il servizio cominciò a migliorare, rimanesero i costi elevati per il servizio svolto. Per questo a dicembre 2011 insieme con un gruppo di altri comuni, decidemmo di unirci e segnalare tutti i disservizi; e incaricammo una ditta per controllare i costi del servizio imposto dal Covevar. 


Il quale, pagato per gestire l'intero servizio, invece fa ricadere tutte le problematiche sui Comuni: telefonate, i bidoni mancanti, sacchetti, disservizi vari ecc,  sui Comuni che non potevano far altro che sollecitare il Consorzio e sobbarcarsi la gestione senza poter risolvere immediatamente i problemi ai cittadini.


L'analisi della ditta incaricata per i controlli risulta chiara. Come avevamo più volte denunciato, paghiamo circa 40% in più del dovuto rispetto a consorzi limitrofi per la gestione dei rifiuti e del porta a porta. Da qui intraprendemmo iniziative forti nei confronti del consorzio, sia sulla stampa sia alle assemblee consortili del Covevar. Nonostante i dati alla mano, il consorzio ci etichetterà come sovversivi. 


Nel frattempo molti comuni obbligati per legge e per i prezzi esosi del servizio imposti dal


consorzio hanno dovuto alzare la Tarsu ai cittadini per coprire costi richiesti e inseriti nel bilancio comunale. 


Di seguito la situazione peggiora di nuovo e non avendo riscontri meritevoli, a dicembre 2012 Crescentino ed altri 5 comuni decidono di affidarsi ad uno studio legale specializzato . Oggi, e' in preparazione un esposto alla Corte dei Conti  contro i disservizi e costi esorbitanti del consorzio. 


Come Assessore all'ambiente di Crescentino, ma soprattutto come come Cittadino, in questi giorni mi sono fatto promotore di un'ulteriore tassello importante, la continuazione della battaglia cominciata nel febbraio 2011. 


"In questo lasso di tempo, mi sono impegnato sempre, sia per la raccolta differenziata perché ci credo, sia per essere come giusto che sia al servizio dei cittadini, cercando di aiutare più gente possibile nelle difficoltà incontrate lungo questo percorso. Stimolato da parecchie persone, e dal dato di fatto che il Comune può fare solo la parte dell'esattore perché il servizio è del tutto in mano al consorzio, stimolato dalla rabbia di cittadini che pagano caro un servizio scadente e in più che crea problemi, stimolato dalla mia perseveranza ed incazzatura nel continuare a subire continue mancanze del Covevar e dover risolvere insieme alla macchina comunale problemi non creati da noi, ho deciso di lanciare una Petizione ( raccolta firme ) che vede in me il primo firmatario e promotore, sia come cittadino sia come amministratore, contro il sistema del consorzio, contro i costi sproporzionati, contro i continui disservizi e disagi provocati da questo carrozzone all'italiana, il quale non rispetta punti fondamentali scritti su capitolato d'appalto, che potrebbero fare risparmiare tutti".


Con appoggio del Sindaco e di tutta la maggioranza, chiedo a tutti cittadini una firma per poi presentarle in concomitanza con l'esposto alla Corte dei Conti. E  far sentire anche la Vostra voce contro un sistema gestionale pessimo. 


La raccolta firme comincerà lunedì 21 !


Si potrà firmare presso il Municipio, in pratica in tutti gli uffici, in orario di apertura al pubblico.


Presso i seguenti esercizi commerciali che per ora hanno aderito all'iniziativa :


- Erreeffe Mobile Srl - Crescentino - Negozio Tim, Via Mazzini n 88 ;


- Materiale Elettrico di Lifredi Luca, corso Roma n 58 ;


- Pasticceria di Finotti Pietro, via Mazzini n 81;


- Edicola la Coccinella, via Mazzini n 69 ;


Una firma non costa niente ma vale tanto per cercare di salvaguardare i nostri diritti.


Chi volesse dare una mano è pregato di mettersi in contatto con me al seguente indirizzo mail g.taverna@comune.crescentino.vc.it o di telefonare in Comune.


Associazioni , negozianti, persone interessate e semplici cittadini sono tutti ben accetti.


Sto cercando di organizzare al meglio la petizione e cercherò di dare il massimo in questi giorni, perché il lavoro che c'è dietro non è di poca cosa.


Nel frattempo voglio ringraziare tutti quelli che hanno aderito all'iniziativa senza esitazioni, gli uffici pubblici che si sono messi a disposizione, i commercianti, i cittadini che si impegneranno per auto raccolte di firme, le varie associazioni che daranno il loro aiuto, tutte quelle persone che mi aiuteranno nei prossimi giorni, per far si che tutti possano esprimere il loro sdegno contro un sistema sbagliato e pure costoso.


Gianni Taverna


Assessore all'Ambiente


Comune di Crescentino

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it