VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
16 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
11/07/2018 - Vercelli - Enti Locali

DAVIDE GILARDINO VERSO LA PRESIDENZA DEL COVEVAR - Il Consorzio per i rifiuti senza guida dopo Alessandro Portinaro - I numeri a favore del Centrodestra - Subito due 'scogli', l'andazzo dei doppi incarichi e la nuova gara per la raccolta

DAVIDE GILARDINO VERSO LA PRESIDENZA DEL COVEVAR - Il Consorzio per i rifiuti senza guida dopo  Alessandro Portinaro - I numeri a favore del Centrodestra - Subito due 'scogli', l'andazzo dei doppi incarichi e la nuova gara per la raccolta
A destra, Davide Gilardino, Sindaco di Ronsecco -

Covevar, si cambia.

Al Consorzio obbligatorio per la raccolta dei rifiuti tra i Comuni della provincia di Vercelli è in arrivo un nuovo Presidente.

Fino a qualche settimana fa l’incarico era di Alessandro Portinaro, nella sua qualità di Sindaco di Trino.

Ora Portinaro è all’opposizione e quindi decade anche dalla Presidenza del Consorzio.

Fin qui tutto normale.

La successione sembra “naturaliter” appannaggio del Centrodestra, posto che proprio le dimensioni del Comune di cui ora è Sindaco Daniele Pane, fanno pendere l’ago della bilancia decisamente a facore di un Sindaco di quell’area.

I pronostici sono tutti per un solo nome, quello di Davide Gilardino, Sindaco di Ronsecco e già Assessore Provinciale.

***

Due i compiti che subito si annunciano alle viste per il futuro Presidente, entrambi da fare tremare i polsi.

***

Il primo è quello di mettere la parola “fine” all’andazzo veramente imbarazzante dei cosiddetti “doppi incarichi”.

Il Consorzio prende “a prestito” alcune figure dirigenti, tanto dal Comune di Vercelli, quanto dalla stessa Amministrazione provinciale.

Sono in molti a pensare che sia ora di fare finire questa pratica la quale non produce altro se non ulteriori introiti per i Dirigenti interessati (ulteriori nell’ordine di almeno 20 mila euro l’anno, a gente che già prende stipendi di circa 100 mila euro l’anno).

La pratica non è nata con le Amministrazioni del Pd: anzi, è stata codificata, per quanto riguarda la città di Vercelli, dalle Amministrazioni di Andrea Corsaro.

Tuttavia, è stato il Pd a promuovere una vera e propria “festa” dei doppi incarichi, che ormai rasentano l’intollerabile: in città di Vercelli è ulteriormente dilagato l’andazzo di mandare Dirigenti e Funzionari anche nei cosiddetti “Nuclei di Valutazione” di altri Enti.

Un modo – tra l’altro – per consolidare le reti di relazioni tra 'Tecnici', che non si sa quanto bene possa portare agli Enti invianti.

Di sicuro, un sistema per arrotondare – e quanto – gli stipendi e poi per ritagliare un vero e proprio origami di orari di servizio studiati per essere ripartiti tra ferie, permessi non retribuiti e tutto ciò che occorra per assicurare che – sì – il doppio incarico è disimpegnato fuori orario d’ufficio: ma siamo proprio sicuri che l’avere un Dirigente in ferie il venerdì perché va – ad esempio – ad un Nucleo di Valutazione di un altro Ente, faccia bene alla funzionalità ed all’efficienza di quello da qui prende il lauto stipendio che abbiamo già detto?

Alessandro Portinaro fu l’alfiere – nella sua veste di Presidente del Covevar - dei doppi incarichi ed anche per questo non sarà rimpianto.

Ora la palla – se le cose dovessero andare come si prevede – passerà a Gilardino che, essendo stato Assessore in Provincia, sa bene cosa voglia dire avere e non avere la figura Dirigente con (come si dice a proposito dei preti) “un cuore non diviso”.

Azzardiamo: riceverà telefonate querule dal Sindaco di Livorno Ferraris?

Si vedrà: a ciascun giorno la sua pena.

***

Il secondo grande appuntamento che attende il nuovo Presidente è la gara, ormai immiente, per la raccolta dei rifiuti in tutti i Comuni, tranne il Capoluogo di Vercelli, dove invece procede Atena Asm, con incarico a parte.

***

Due le “scuole di pensiero” a confronto.

La prima: bandire una gara simile all’attuale, che tratta solo di raccolta, quindi sostanzialmente aperta a molte Aziende del settore.

La seconda:  bandire invece una gara che comprenda anche lo smaltimento dei rifiuti raccolti, sicchè di fatto sarebbero avvantaggiati solo i grandi players del mercato, quelli che hanno discariche o forni di incenerimento.

Tra gli altri (i pochi altri) Iren e A2A: insomma i soliti.

***

Si va comunque verso una proroga tecnica dell’attuale gestione del servizio, quindi se ne (ri)parlerà, se va bene, a fine anno 2018.

***

Insomma, sia per i doppi incarichi, sia per la raccolta, un "piccolo gesto può fare tanta differenza", appunto.

Come finirà?

Chi vivrà, vedrà.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it