VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
21 November 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
02/11/2019 - Vercelli - Pagine di Fede

DIAVOLETTI CON GLI OCCHI LUCIDI NEL RICORDO DI GIACU - Commemorazione dei defunti in Cattedrale a Vercelli, dedicata alla Trigesima della scomparsa di Giacomo Consoli - IL VIDEO

DIAVOLETTI CON GLI OCCHI LUCIDI NEL RICORDO DI GIACU - Commemorazione dei defunti in Cattedrale a Vercelli, dedicata alla Trigesima della scomparsa di Giacomo Consoli - IL VIDEO
Giacomo Consoli, scomparso nella notte del 3 ottobre scorso -

Giacomo Consoli sempre nel cuore from Guido Gabotto on Vimeo.

Duomo gremito di “Diavoletti”, questa sera, 2 novembre, a Vercelli.

Ma non è una “coda” di Halloween.

L’invasione dei piccoli e disciplinatissimi Atleti ha, piuttosto, qualcosa capace di richiamare l’idea delle schiere di angeli.

Anche se in campo sono ossi duri.

Ma questa sera arrivano in punta di piedi, i visi seri, gli sguardi velati di una tristezza che ha ragione anche dei bei volti sorridenti.

Perché sono qui, insieme a tanti genitori e dirigenti del rinomato Club di calcio giovanile, per ricordare il loro allenatore, Giacu.

Giacomo Consoli, scomparso nella notte del 3 ottobre scorso.

Domani è un mese e questa è la giornata dedicata alla Commemorazione dei defunti.

Di coloro che sono “andati avanti”.

Accade così che una morte illustri una vita meglio di una biografia.

Giacomo ha giocato la partita fino in fondo, senza mai arrendersi.

Poi nei supplementari sono arrivati i gol e la partita è finita.

Così, con questa metafora sapiente, lo ha ricordato a nome di tutti l’amico Alberto Scarimbolo, che cinque anni fa coinvolse Giacu nel progetto “Diavoletti”.

E subito – dice Alberto nel dialogo immaginario – l’hai fatto tuo: non hai parlato più d’altro.

Anche dall’Ospedale volevi sapere tutto della squadra e degli allenamenti e hai voluto assistere all’ultima partita, una settimana prima di andartene.

Quando parla Scarimbolo il silenzio in Cattedrale è persino surreale; poi, al termine, prorompe un applauso che è per entrambi, per lui e per Giacu: perchè l'amicizia fraterna è una cosa precisa, che si riconosce, è una luce capace di vincere il buio del dolore. E questa sera ne abbiamo avuto un esempio luminoso.

E’ l’unico suono, perché si fatica a parlare, la voce è rotta dalla commozione, gli occhi sono lucidi.

Giacu non sarà dimenticato, niente del bene che ha fatto andrà perduto.

***

Ora vi lasciamo con il video che riprende l’omelia di Mons. Giuseppe Cavallone e qualche immagine.
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it