VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 October 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
11/10/2018 - Vercelli - La Posta

GATTINARA - Lettera Polemica della nota animalista Paola Re a proposito dell'evento " I gatti più belli del mondo.Esposizione internazionale felina"

GATTINARA - Lettera Polemica della nota animalista Paola Re a proposito dell'evento  " I gatti più belli del mondo.Esposizione internazionale felina"

Gentili signore e signori,

ho appreso dai mezzi di informazione che il 13 e 14 Ottobre a Gattinara (VC) si svolgerà “I gatti più belli del mondo. Esposizione internazionale felina”:«(...)un appuntamento di valore internazionale che vedrà presenti i rappresentanti di tante razze feline dalle più note alle più rare. I maestosi Maine Coon, i loro cugini europei Norvegesi e Siberiani (…), gli Ocicat maculati come leopardi in miniatura ed ancora il Singapura ed il Ceylon (…) i sontuosi Persiani vestiti (…), gli eleganti Siamesi ed i misteriosi Sacri di Birmania (...) gli "alieni" Devon Rex dalle grandi orecchie e gli occhi sgranati ..... e tante altre razze feline, ognuna con le sue caratteristiche e tutte ugualmente affascinanti. Centinaia di magnifici gatti verranno poi giudicati nel BEST IN SHOW da Giudici internazionali. Un'esposizione felina è una vera e propria sfilata di bellezza destinata a tutti i gatti di razza. (...)»

Ci sono gatti che aspettano di essere adottati e curati nei gattili e nelle colonie feline ma a Gattinara ci si adopera per creare il culto della razza che considero estraneo a una cultura di rispetto degli animali, anche se esso non fosse causa diretta di concreti maltrattamenti. Spesso si promuovono queste fiere come occasioni per conoscere e tutelare il mondo degli animali nelle loro “razze” ma ciò è contraddittorio poiché in natura non esistono le razze che invece sono il frutto di una selezione operata dall’essere umano nel tempo per soddisfare interessi ornamentali o economici. 

Le razze, a differenza delle specie, non hanno nulla di naturale ma sono mantenute dagli allevatori attraverso l’incrocio selettivo di esemplari con caratteristiche particolari, cosa che oggi avviene solitamente tramite inseminazione artificiale. Questo evento è una kermesse basata su allevamento e commercio: un messaggio che considero negativo nel rapporto tra esseri umani e non umani. Penso che in questo enorme baraccone gli animali non si sentano a proprio agio perché migliaia di visitatori creano un ambiente caotico non gradito, se non addirittura ostile, agli animali.

 

Come se non bastassero i gatti «(…) Il biglietto di ingresso è valido sia per l'Esposizione Internazionale Felina che per la mostra dei rettili by Reptilia Expo quindi con un unico ingresso si accede ad entrambe le mostre ! (…) DUE ESPOSIZIONI AL PREZZO DI UNA !! (…)» E' molto triste vedere rettili prigionieri in recinti, teche, gabbie, rinchiusi in spazi angusti per essere oggetto di esposizione. Ridurre in schiavitù un animale per mostrarlo al pubblico, traendone anche profitto, è frutto di un pensiero antropocentrico oltre che di crudeltà.

 

Non comprendo che cosa spinga gli esseri umani a imprigionare gli esseri non umani: se provassimo a guardare il mondo da dentro una gabbia, contando i centimetri cubici a disposizione per muoverci, credo che ci passerebbe quella smania compulsiva di prigionia che manifestiamo sistematicamente nei confronti degli animali.

Queste mostre di ogni sorta di specie animale che impazzano su e giù per l'Italia non aiutano a creare la cultura della tutela dei diritti animali: al contrario, fanno un passo indietro rispetto a tutto ciò che molte amministrazioni locali hanno fatto finora deliberando regolamenti comunali col divieto di usare gli animali per esposizioni, fiere, spettacoli, giochi, lotterie.

Esistono rifugi e santuari che accolgono animali da allevamenti, macelli, laboratori di sperimentazione animale: qui gli animali vivono e muoiono felici, attorniati dall’amore sincero e incondizionato di chi li cura. I santuari e i rifugi per animali nel mondo sono tanti ma mai abbastanza per salvare tutte le vite che meriterebbero di essere salvate. Molti di essi funzionano bene, fanno progetti didattici, sono aperti alle visite del pubblico e insegnano una convivenza interspecifica sia tra animali che tra esseri umani e animali nel segno della pace e della nonviolenza. Questi sono i luoghi in cui gli animali si conoscono per come sono veramente e nulla hanno a che fare con fiere come quelle di Gattinara.

 

Cordiali saluti.

 

Paola Re

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it