VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 October 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
05/06/2018 - Vercelli - Cronaca

IL REATO MIGLIORE NON E' QUELLO SCOPERTO, E' QUELLO MAI CONSUMATO - All'Anniversario (204°) dell'Arma dei Carabinieri il Comandante Provinciale Andrea Ronchey a tutto campo su sicurezza percepita e lotta alla criminalità - LA GALLERY

IL REATO MIGLIORE NON E' QUELLO SCOPERTO, E' QUELLO MAI CONSUMATO - All'Anniversario (204°) dell'Arma dei Carabinieri il Comandante Provinciale Andrea Ronchey a tutto campo su sicurezza percepita e lotta alla criminalità - LA GALLERY

 

Celebrato il 204° Annuale di fondazione

dell’Arma dei Carabinieri a Vercelli


 


Domani, mercoledì, su questa stessa pagina il video con l'integrale della relazione del Ten. Col. Ronchey


AL TERMINE DI QUESTO ARTICOLO GALLERY FOTOGRAFICA DI 185 IMMAGINI

 

La celebrazione del 204° Annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri ha avuto inizio alle ore 09:00 odierne con la deposizione di una corona d’alloro in suffragio di tutti i caduti dell’Arma al monumento di piazza Amedeo IX.

 

Alle 10:30 successive, all’interno della caserma “Gunu Gadu” di via Salvatore Vinci n. 3, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Vercelli, si è tenuta la cerimonia militare con lo schieramento di una Compagnia di formazione, costituita da:

  • un plotone nella storica Uniforme da parata;

  • un plotone di Comandanti di Stazione;

  • un plotone composto da militari equipaggiati con le uniformi di specialità:

  • un equipaggio della Radiomobile, al fianco dell’Alfa Romeo Giulietta;

  • una coppia di motociclisti, al fianco delle BMW RT 850;

  • Carabinieri Forestali in uniforme operativa;

  • militari in uniforme operativa per i servizi di ordine pubblico;

  • Carabinieri sciatori, impiegati nei servizi di vigilanza in montagna nelle Stazioni di Alagna Valsesia e Scopa Sesia.

     

Hanno presenziato alla cerimonia i labari dell’Associazione Nazionale Carabinieri e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, i gonfaloni della Provincia di Vercelli, delle città di Varallo, Vercelli, Santhià, Crescentino e di molti comuni sede di Comando Stazione, nonché le più elevate cariche della provincia, tra le quali Mons. Marco Arnolfo, Arcivescovo di Vercelli ed il Prefetto di Vercelli, Dott. Michele Tortora.

… QUALCHE CENNO SULL’ATTIVITÀ OPERATIVA DEL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI VERCELLI …

 

Nel corso degli ultimi 12 mesi i Carabinieri della provincia di Vercelli hanno registrato, complessivamente, un calo dei delitti consumati cha passano da 3960 (giu2016–mag2017) a 3842 (giu2017–mag2018), con decremento netto pari -3%.

Per contro si evidenzia un aumento dei delitti scoperti che passano da 1300 (giu2016–mag2017) a 1399 (giu2017–mag2018) con un incremento pari al 7.6% che fa lievitare la percentuale dei delitti scoperti, in rapporto ai consumati, dal 32.8% al 36.4%.

Un significativo calo, pari a -6.7% fanno registrare anche i furti che passano da 1626 (giu2016–mag2017) a 1517 (giu2017–mag2018). Anche in questo caso si registra un aumento dei reati scoperti dai militari dell’Arma (pari a 3.2%). La percentuale dei reati scoperti passa infatti dal 13% del periodo precedente, al 14.5% dell’attuale. Certamente di interesse il fatto che a calare siano stati, in particolare, i furti in abitazione che passano da 348 (giu2016–mag2017) a 315 (giu2017–mag2018) con una riduzione pari a -9.5%.

Un discorso a parte deve essere fatto con riguardo alle truffe. Un fenomeno che identifica un’ampia varietà di condotte che vanno dalle frodi informatiche alle truffe in danno di anziani, passando per truffe in danno di esercenti l’attività commerciale. In generale il fenomeno ha fatto registrare un lieve aumento dei reati che passano da 302 a 325. In effetti questo incremento è dovuto ad una serie di attività di indagine poste in essere dai Carabinieri della provincia che hanno permesso di individuare gli autori di diversi reati, alcuni dei quali denunciati solo a seguito della convocazione delle vittime da parte dei militari dell’Arma. Ne è prova l’aumento della percentuale delle truffe scoperte che passa dal 35.4% al 38.1%.


Nel settore delle truffe, particolarmente di interesse è stata l’attività investigativa posta in essere dai Carabinieri. Due i principali ambiti di intervento: nel settore delle truffe agli anziani (34 quelle denunciate nel periodo in esame, tra consumate e tentate) sono state avviate, con successo, una serie di indagini che hanno permesso di identificare diversi gruppi criminali operanti sul territorio nazionale che hanno anche coinvolto anziani presenti nella provincia. Nel complesso sono state denunciate 28 persone, alle quali sono stati ricondotte circa 90 truffe a persone anziane (tra quelle consumate e quelle tentate.


Sono stati inoltre identificati anche gli autori di una serie di 10 truffe ad esercenti commesse da alcuni pregiudicati (6 in tutto i denunciati) che, spacciandosi per appartenenti alla curia vercellese, hanno ottenuto beni e prestazioni, truffando i commercianti, tratti in inganno dall’idea di dialogare con la Chiesa, certamente soggetto degno della massima fiducia.


Sostanzialm