VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
23 May 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
15/05/2019 - Vercelli - Enti Locali

LA FURBATA PER UN PO' RIESCE, MA POI ESPLODE NELLE MANI DI MAURA FORTE ED ANDREA COPPO - Violata la Legge che prevede l'approvazione del Consuntivo entro il 30 aprile - Perchè non si è convocato il Consiglilo Comunale? - Cosa si aspetta ancora?

LA FURBATA PER UN PO' RIESCE, MA POI ESPLODE NELLE MANI DI MAURA FORTE ED ANDREA COPPO - Violata la Legge che prevede l'approvazione del Consuntivo entro il 30 aprile - Perchè non si è convocato il Consiglilo Comunale? - Cosa si aspetta ancora?

Per come si presenta, la vicenda è torbida.

Stiamo – come si usa dire – agli Atti ed ai fatti, perché se avessimo riguardo per i “rumors” sarebbe non solo torbida, ma putrida.

Ma stiamo agli Atti ed ai fatti.

***

Bilancio Consuntivo 2018 del Comune di Vercelli.

Del Comune di Vercelli e di qualsiasi altro Comune in Italia.

Deve essere approvato dal Consiglio Comunale entro e non oltre il 30 aprile.

Qualcuno ha visto riunirsi il Consiglio Comunale?

No.

Perché la Giunta di Maura Forte e Andrea Coppo ha approvato la bozza da sottoporre al Consiglio soltanto il 24 aprile.


***

Decorso il termine del 30 aprile la Legge prevede che il Prefetto invii una diffida ad adempiere.

***

 

In questo caso non sarebbe arrivata perché in provincia nelle stesse condizioni ci sono quattro o cinque Municipi e – se è così – si sarebbe andati con mano leggera, confidando che si procedesse recuperando il ritardo.

Così è stato, in effetti, per gli altri ritardatari che hanno corrisposto mettendosi di lena al garbo istituzionale di Via San Cristoforo.

Per quanto riguarda il Capoluogo, invece, anche qui ci si sarebbe messi di lena.

Nel solito modo.

Secondo rumors più che attendibili, Maura Forte sarebbe andata  a parlare al Prefetto.

Per dire cosa?

Perché questa abitudine di andare a parlare al Prefetto?

Il Capo dell’Amministrazione deve rispettare e fare rispettare la Legge.

E’ la seconda volta in poche settimane (la prima, sul Consiglio richiesto per discutere della vergogna dei lionesi) che si omette di convocare l’Aula.

E qui si va dal Prefetto.

Per dire cosa?

Forse che siamo troppo impegnati a tagliare nastri?

Forse che siamo timorosi di farci smascherare i conti reali nel corso della discussione?

Forse che non possiamo fare un regalo del genere alla Lega?

E cosa gliene dovrebbe mai importare, a Sua Eccellenza, di cose come questa?

Sempre che, naturalmente, le nostre Fonti siano bene informate.

***

Pochi giorni dopo la deliberazione della Giunta arriva ai Consiglieri la rituale comunicazione che dice: la bozza approvata dalla Giunta è a disposizione, eccetera eccetera.

***

Ma nessuno si sogna di convocare il Consiglio Comunale, che già si sarebbe dovuto tenere entro il 30 aprile.

Si convoca – a termini ampiamente scaduti e con tutta calma – la Prima Commissione perché dia un parere sulla bozza di Bilancio Consuntivo: oggi pomeriggio.

Impiegano 21 giorni dalla delibera di Giunta, 15 giorni dopo la scadenza del termine di Legge.

A differenza di tutte le altre materie e del lavoro di tutte le altre Commissioni, il parere della Prima Commissione è obbligatorio, anche se non vincolante.

Attenzione bene alle parole.

Obbligatorio: significa che il Bilancio non può essere esaminato, se non c’è il parere della Prima Commissione.

Non vincolante: qualunque parere dia la Prima Commissione, poi il Consiglio Comunale può fare come gli pare, approvare o non approvare.

***

E qui stiamo bene attenti.

Perché se oggi – quando, alle 18 è convocata, tardivamente, la Prima Commissione – per un accidente qualsiasi mancasse, ad esempio, il numero legale, è conseguente che il Bilancio non potrebbe essere esaminato dal Consiglio.

***

Il termine ultimissimo (perché la diffida del Prefetto, se fosse giunta, non avrebbe materialmente avuto il tempo di produrre gli effetti di decadenza dell’Organo inadempiente) per riunire il Consiglio è così il 25 maggio prossimo, sabato.

***

Perché il Comune di Vercelli si è ridotto ad una situazione del genere?

Perché la Squadra non ha rispettato la Legge?

Eppure tanto il Sindaco Maura Forte, quanto l’Assessore al Bilancio Andrea Coppo sono stati prodighi di dichiarazioni in conferenza stampa: abbiamo lasciato un avanzo.

***

Oggi sono in molti a dire: invece di convocare una conferenza stampa, bisogna rispettare la Legge e convocare il Consiglio Comunale.

***

Domani – 16 maggio – è convocata la Conferenza dei Capigruppo per fissare la data del Consiglio e stabilirne l’ordine dei lavori.

La data, in realtà, è verosimilmente quella: entro il 25 maggio.

Difficile pensare ad altro: se oggi andasse deserta la Commissione Bilancio, occorrerebbe convocare il Consiglio e darsi da fare per una nuova riunione della Commissione.

***

Resta l’esempio: un tentativo indecente di eludere la discussione in Consiglio Comunale.

Non tanto perché – da parte della ex maggioranza – si possa temere qualcosa in sede di votazione: ormai Cristiano Sirianni è migrato in altro partito, non è più nei SiAmoVercelli.

Quanto perché in Consiglio Comunale si discute con un contraddittorio: idoneo a smascherare le favole su avanzi e su tante cose dell’Amministrazione.

L’ennesimo volteggio nella danza dei sette veli, tutta un vedo e non vedo, che è la cifra di questo crepuscolo.

Il problema è sempre quello.

L’Istituzione non è luogo dove si possano praticare esercizi ambigui, mettere in atto comportamenti antigiuridici, dilatori, elusivi.

Non è luogo, insomma, dove possano recare danno i furbi ed i furbastri.


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Tribunale di Vercelli, n. 3/2009
Piemonte Oggi s.r.l. - P.I./C.F. 02547750022 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it