VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 9 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
03/05/2021 - Vercelli - La Posta

LA TRIPPA DEI LETTORI - Mi hanno portato i cassonetti davanti allo Studio e non li tolgono più - Altri danni dell'atteggiamento pecorile verso il fornitore che fa come gli pare - Qualcuno sa spiegare perchè il Comune manda giù qualsiasi cosa?

LA TRIPPA DEI LETTORI - Mi hanno portato i cassonetti davanti allo Studio e non li tolgono più - Altri danni dell'atteggiamento pecorile verso il fornitore che fa come gli pare - Qualcuno sa spiegare perchè il Comune manda giù qualsiasi cosa?

Il video: lungo la via del cassonetto -

***

Sono da poco passate le 9 di questa mattina, 3 maggio, quando arriva in Redazione una garbata lettera: la esponiamo integrale al termine di queste righe.

Chi la scrive è una affermata Odontoriatra che ha Studio in Corso Prestinari, al Civico 80.

Ebbene, qualche tempo fa, la Dottoressa si è vista spostare davanti al proprio portoncino, alcuni cassonetti che prima erano sistemati entro l’apposito stallo giallo (peraltro, tutto sbiadito) di fronte al Civico 60.

Un bel pezzetto di strada, come si vede nel nostro filmato.

Il motivo del viaggetto dei cassonetti?

Lavori stradali.

Senonchè, terminate le opere, nessuno li ha più rimessi nella originaria sede.

Telefona ad Asm, telefona al Comune, nessun riscontro.

Anzi, radio gavetta informa che, con tutta probabilità, non c’è nessuna voglia di riportarli dove li hanno presi.

Ed è verosimile, perché ormai sanno che la Giunta del Niente li ha accontentati: fuori dalla Cerchia dei Viali, via i cassonetti; lavoreranno di meno (meno cassonetti, meno lavaggi…, meno di tutto) e il Comune pagherà persino di più.

Quindi, perché muovere le terga proprio ora, per andare a riportare i cassonetti dove li hanno presi?

***

Questi sono i risultati dell’approccio pecorile e no blame ai problemi di Asm Vercelli.

Finchè gli si va dietro, giustificando qualsiasi mancanza, questi non impareranno mai.

Anzi, prenderanno ancora per le terga, dicendo che siamo incivili.

E' da anni che ci vogliono educare.

Basta, però, dare un’occhiata nei paraggi del luogo segnalato dalla Dentista.

Uno schifo: bidoni stracolmi.

Lunedì mattina.

Poi c'è un cassonetto giallo, senza coperchio, che ha scelto la libertà e se n'è andato qualche metro più in là, in direzione Biverbanca. Viva la libertà.

Ma chi sono gli incivili? Gli educandi o gli educatori presunti?

E ora vorremmo (vorrebbero, gli estemporanei reggitori della Cosa Pubblica) che questo schifo, fosse in futuro riservato al solo Centro storico, alla cerchia dei Viali, luoghi di elezione della città d’arte.

Questa – come si anticipava ieri -

sarebbe l'intenzione della Giunta del Niente, dopo due anni da pecora e pare che il capolavoro (cassonetti in centro, fuori porta a porta e chissà come) costerà persino di più.

Schifo sempre più caro.

Ma perché – qualcuno vorrà spiegare perché – Asm è un fornitore dal quale si tollera tutto?

Ma cosa è capace di fare per meritarsi le amicizie, Iren?

Un commento da parte dell’ Ing. Gian Luca Borasio, Vercellese, che per anni è stato un protagonista internazionale dell’industria delle Energie alternative.

E, nel periodo 2014 – 2016, è stato componente del CdA di Corso Palestro, designato da SiAmoVercelli:

“Non si cambiano i contratti se una parte contraente non è in grado di eseguirli. Si cambia la parte contraente incapace”.

Questo dice un Imprenditore protagonista del settore.

Perché, invece, l’atteggiamento sempre pecorile, a Vercelli?

Chi può esserne pago, se non – al più – qualche attempata cherleader politica, bramosa di buffetti affettuosi da parte di poteri di cartapesta?

Ma ecco la lettera della Dottoressa:

***

Buongiorno,

volevo segnalare quanto segue:

alcune settimane fa sono stati eseguiti dei lavori stradali all'altezza del civico 60 di Corso Marcello Prestinari: con l'occasione sono stati spostati tutti i bidoni (ovvero due per la raccolta della plastica e due per la raccolta del vetro) fuori dalla zona delimitata in giallo.

Terminati i lavori e quindi l'esigenza di spostamento, purtroppo non solo i bidoni non sono stati riportati nella loro sede (come detto in prossimità del civico 60) ma anzi sono stati spinti da ignoti davanti al mio studio medico creando in tal modo sia un disagio per il parcheggio che un concreto pericolo per chi arriva da Via Failla che, dovendo svoltare a destra, si trova la visuale impedita parzialmente dalla presenza dei suddetti bidoni. senza contare che a fianco dei suddetti bidoni vengono appoggiati rifiuti di ogni tipo o gettati negli stessi, generando con le temperature di questi giorni miasmi non certo piacevoli.

Ho segnalato più volte la cosa sia ad ASM che al Comando della Polizia Locale ma non ho avuto alcun tipo di riscontro alle mail inviate.

Per vie traverse sono venuta a sapere che non ci sarebbe l’intenzione di riportare i bidoni al loro posto.

Mi chiedo per quale motivo vengano lasciati lì dal momento che di fronte ci sono altri bidoni per la raccolta della plastica e del vetro e che i bidoni più vicini, sul lato del mio studio sono posizionati all'altezza della Biverbanca (verso Piazza Mazzucchelli) e all'altezza della pizzeria Jamm) e, visto anche che Ai sensi a quanto dall'art. 13 comma 5 del vigente Regolamento Comunale in tema di Gestione dei Rifiuti Solidi Urbani i bidoni non posso essere Spostati dalla sede assegnata.

Cordiali saluti 

dott.ssa Monica Domini

 

PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it