VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 20 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
31/12/2014 - Torino - Cronaca

MAGLIONE, PASSA ANCHE IL SECONDO GIORNO SENZA NOTIZIE DI NICOLA FIORENZA - Negativi per ora gli accertamenti a Bordighera ed in Calabria, dove l’imprenditore ha cantieri e proprietà

MAGLIONE, PASSA ANCHE IL SECONDO GIORNO SENZA NOTIZIE DI NICOLA FIORENZA - Negativi per ora  gli accertamenti a Bordighera ed in Calabria, dove l’imprenditore ha cantieri e proprietà
Il capannone della Ditta Fiorenza a Maglione - Nel riquadro Nicola

(guido gabotto) - E’ un vero peccato che l’occasione per conoscere Maglione, questo paesino della Serra che è come una bomboniera, sia la dolorosa circostanza che ha per protagonista Nicola Fiorenza.

Il piccolo centro ad un passo da Cigliano sembra un set cinematografico dove si potrebbe girare un remake di Piccolo Mondo Antico.

Non una carta per terra, tutto curato come se il suolo pubblico fosse privato, di ciascuno e – a proposito di Piccolo Mondo Antico – ci sarebbe anche un lago.

Quel lago al quale chiediamo di condurci.

Ci accontentano per cortesia, perché nessuno ha sospetti di questo genere.

Anche il lago ha una storia.

Parte dell’anfiteatro morenico di Ivrea, era un tempo di proprietà comunale.

Poi il Comune perse autonomia, durante il Ventennio fascista, essendo annesso come frazione di Borgomasino.

E fu proprio l’Amministrazione di Borgomasino a vendere a privati questa gemma.

Il  primo proprietario fu un Ingegnere, Dirigente di primo livello della Fiat.

Si dice che qui si siano firmati gli accordi con la Unione Sovietica per gli insediamenti produttivi di Togliattigrad.

Poi questo Ingegnere morì e le eredi cedettero alla Famiglia attualmente proprietaria e residente. Che però consente anche una fruizione pubblica, di tanto in tanto, di questa realtà veramente preziosa.

Veramente unico è poi il fatto che il paese sia un vero e proprio museo di arte contemporanea a cielo aperto.

L’idea fu del regista Maurzio Corgnati (ex marito della grande cantante Milva, per la cronaca) che nel 1985, insieme al Sindaco Pier Franco Causone, condivise l’idea di invitare a Maglione artisti di fama internazionale perché vi lasciassero, affrescata sui muri, una loro opera.

Prima di sapere questa storia ci siamo domandati perché mai una scultura collocata sul sagrato della chiesa recasse inciso “G.Pomodoro”.

Poi, l’abbiamo capito: a Maglione c’è (e non è l’unica opera degna di nota) un autentica scultura del celeberrimo Giò Pomodoro.

Davvero, non si finisce mai di imparare né di scoprire le meraviglie di una porta accanto sempre purtroppo insufficientemente aperta.

Perché ci abbia incuriosito il lago è persino superfluo accennarlo.

Del resto, non siamo qui per fare i turisti.

Ma non è qui che si indirizzano le attenzioni degli Inquirenti.

Il paese vive tutto attorno alla piazza del Municipio dove c’è il negozio di alimentari: fino alla Vigilia di Natale avevano visto Nicola vestito da Babbo Natale intrattenere i bambini.

Non si danno pace.

Tante le ipotesi: può essere andato nei cantieri cha la sua impresa edile ha a Bordighera.

Negativo.

Può essere tornato in Calabria, dove ha familiari e proprietà.

Negativo: gli accertamenti eseguiti in Calabria non hanno rilevato – fino alle 15 di oggi – il suo arrivo.

Un intoppo: le videocamere della Stazione ferroviaria di Santhià non sono funzionanti e così, se avesse deciso di partire da qui, non si potrebbero fare le verifiche.

Che saranno svolte comunque su tutti i sistemi di videosorveglianza.

Un ago nel pagliaio, bisogna riconoscerlo.

Può essere ovunque. Ha con sé (almeno) la liquidità rappresentata dal regalo di Natale che il padre gli aveva fatto: 500 euro. Non certo perché il figlio ne avesse bisogno: era un regalo, come si usa fare quando i figli sono cresciuti e non hanno bisogno dei giocattoli.

Anche in questo caso, il particolare rappresentato dal fatto che Nicola abbia con sé il telefonino dice (può dire) tante cose che chi di dovere conosce benissimo, senza che dobbiamo fare noi congetture di sorta.

Abbiamo visto il capannone: effettivamente è a pochi passi dalla casa della famiglia Fiorenza; normale, quindi, che la sorella Franca non si sia impensierita ieri, quando il fratello le ha detto che avrebbe raggiunto a piedi il luogo di lavoro.

E’ questo l’ultimo contatto.

Poi, più nulla. Tutto il paese (sono meno di 500 anime, ma tutti sono molto uniti) è impegnato nelle ricerche.

Annullato il cenone di Capodanno: il Ristorante ha compreso e non ha fatto obiezioni, né chiesto penali o cose del genere.

Il Sindaco è anche il responsabile della Protezione Civile. Non rincasa da due giorni.

Questa sera lo farà, ma sarà sempre pronto a partire.

Aggiornamenti nelle prossime ore.

Commenta la notizia su  https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ 

***

Il Sindaco di Maglione, Pier Franco Causone
Il Sindaco di Maglione, Pier Franco Causone
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it