VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
31/01/2011 - Vercelli - La Posta

MANIFESTAZIONE PRO ASIA BIBI - L’estrema soddisfazione dell’Assessore Ercole Fossale

MANIFESTAZIONE PRO ASIA BIBI - L’estrema soddisfazione dell’Assessore Ercole Fossale
Ercole Fossale

Preg.mo Signor Direttore,



a conclusione del grande impegno per la manifestazione pro Asia Bibi del 26 gennaio a Montecitorio, estendo la soddisfazione dell’ Umanitaria padana onlus nel mondo e della Sua instancabile coordinatrice  Sara Fumagalli circa il buon esito dell’iniziativa e ringraziare tutti coloro che hanno aderito e coloro che hanno preso parte ad essa, esponenti politici, rappresentanti di enti, associazioni e gruppi religiosi, privati cittadini e giornalisti. Un grazie di cuore alla comunità dei Pakistani Cristiani in Italia per la loro passione civile e religiosa. Con la nostra riconoscenza per averci ricevuto ufficialmente alla Farnesina, intendiamo esprimere al Ministro degli Esteri, On. Franco Frattini, il nostro vivo apprezzamento e rispetto per il suo prezioso e accorato impegno per salvare la vita ad Asia Bibi e per la difesa delle minoranze cristiane perseguitate. Vogliamo esprimere altresì un particolare ringraziamento a Umberto Bossi, per la sua presenza in piazza, insieme a molti altri rappresentanti del Governo e del Parlamento, e per le sue significative dichiarazioni. La presenza in piazza del Ministro Umberto Bossi e l’incontro con il Ministro Frattini hanno consentito di sfondare almeno un poco il muro di silenzio mediatico che purtroppo circonda la triste vicenda di questa povera donna innocente, Asia Bibi, condannata a morte con la falsa accusa di blasfemia, solo per aver difeso la propria fede in Cristo. A tal proposito, registriamo con estrema soddisfazione il rilancio internazionale della notizia, che ha raggiunto tutti i continenti e soprattutto il Pakistan. La pressione internazionale su questa vicenda non può e non deve calare: per Asia Bibi e la sua famiglia; per i Cristiani e le altre minoranze del Pakistan; per tutti quei musulmani pakistani che non vogliono consegnare il loro Paese alle frange estreme del fondamentalismo e del terrorismo; infine per l’intera comunità internazionale, che non può rimanere indifferente e inerte dinanzi al dilagare di nuove forme di totalitarismo all’inizio del Terzo Millennio. Di seguito, la dichiarazione congiunta letta al termine della  manifestazione .


Dichiarazione Congiunta - Roma, 26 gennaio 2011 - Libertà, salvezza e giustizia per Asia Bibi, prima donna condannata a morte in Pakistan con l'accusa di blasfemia.  Con questa manifestazione abbiamo chiesto: la revoca della condanna, l’immediato rilascio e la protezione di Asia Bibi, povera madre di famiglia, cristiana e innocente perseguitata, lanciando un messaggio di vicinanza e di solidarietà a lei, alla sua famiglia e a tutta la sofferente comunità cristiana del Pakistan;  l’abolizione della legge sulla blasfemia, ribadendo l'urgenza del rispetto della libertà religiosa, della dignità e dei diritti inalienabili di tutti i cittadini del Pakistan, a qualsiasi religione essi appartengano; il pieno appoggio a tutte le organizzazioni e persone di buona volontà - cristiane, musulmane o di altre religioni - impegnate in Pakistan per l’abolizione della legge sulla blasfemia, per la legalità, per la difesa dei diritti inalienabili della persona umana, chiedendo altresì che ne venga salvaguardata l’incolumità; il riconoscimento dei diritti fondamentali della persona umana sanciti dagli articoli 18 e 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sottoscritta anche dal Pakistan, e in particolar modo i diritti alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione. Il comitato promotore: Associazione Parlamentare “Amici del Pakistan” , Associazione di Cooperazione Internazionale Italia-Pakistan, Associazione Pakistani cristiani in Italia,  Amnesty International – Sezione Italiana, Comunità di Sant'Egidio, Religions for Peace, TV2000, Umanitaria Padana Onlus


Ercole Fossale

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it