VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
24 September 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/04/2017 - Vercelli - La Posta

PIEMONTE - Decreto Correttivo Codice Appalti: a rischio 50 posti di lavoro nel vercellese

PIEMONTE  - Decreto Correttivo Codice Appalti: a rischio 50 posti di lavoro nel vercellese
Giovanni Fera

Nella Provincia vercellese sono a rischio 50 posti di lavoro ma le provincie più colpite potrebbero essere anche Alessandria, Asti, Cuneo e Torino dove sono allocate le tantissime Aziende interessate dal Decreto correttivo del Codice degli Appalti.

Grandissima, la preoccupazione e la rabbia espresse, unitariamente, da tutto il Sindacato Edile Piemontese.

Soltanto qualche settimana fa CGIL FILLEA -  FILCA CISL -FENEAL UIL avevano lanciato l’allarme esprimendo, pubblicamente e a mezzo stampa, grande preoccupazione per le forti pressioni che le lobby stavano esercitando su Palazzo Chigi, affinché venissero modificate le parti qualificanti
del Decreto Correttivo al Codice Appalti.


"
Oggi, quanto accaduto sul Decreto dimostra che i nostri sospetti non erano infondati - affermano i Sindacati - . Il testo definitivo del Decreto è infatti un disastro, colpisce fortemente e contemporaneamente l’anticorruzione e i lavoratori delle Concessionarie Autostradali. E anche per questo allarme inascoltato siamo parecchio arrabbiati. Purtroppo i fatti ci hanno dato ragione e la verità è venuta a galla: dal Decreto correttivo al Codice Appalti sono sparite le garanzie per i lavoratori delle concessionarie Autostradali che adesso rischiano il posto di lavoro.

Fatto ancor più grave!  Con un colpo di mano che nessuno si vuole intestare, viene colpita e fortemente limitata l’azione di ANAC, ovvero viene colpita e fortemente indebolita l’anticorruzione. Sia chiaro, noi non c’è ne staremo buoni! A livello nazionale chiederemo un incontro urgente al ministero dei Trasporti per capire come intendono affrontare il grave problema occupazionale che rischia di venirsi a creare e chiederemo altresì nuovi Tavoli Nazionali alle Holding Autostradali con l’obbiettivo di chiarire come intendono procedere per salvaguardare i livelli occupazionali. Purtroppo la normativa in questione, oltre a indebolire l’anticorruzione e a far pagare pesanti conseguenze ai lavoratori, sicuramente inciderà sulla qualità e la sicurezza delle autostrade italiane.

Non saremo disponibili ad accettare che le Concessionarie utilizzino questa normativa come alibi per tagliare gli organici".

Concessionarie Autostradali e Decreto Correttivo Codice Appalti

 

Quanto accaduto sul decreto correttivo al codice appalti è gravissimo, il testo definitivo è un disastro, colpisce fortemente e contemporaneamente, l’anticorruzione e i lavoratori delle Concessionarie Autostradali.

Ciò dimostra che i nostri sospetti non erano infondati.

3.500 i posti di lavoro a rischio, sul livello nazionale, oltre il 50%  dei quali nel solo Piemonte , le provincie più colpite potrebbero essere Alessandria, Asti, Cuneo, Torino e Vercelli dove sono allocate le tantissime Aziende interessate dalla Vicenda, nella nostra Provincia sono a rischio 50 posti di lavoro. Grandissima, la preoccupazione e la rabbia espressa, unitariamente, da tutto il Sindacato Edile Piemontese. Siamo parecchio arrabbiati, proprio perché, poche settimane fa, avevamo lanciato l’allarme, esprimendo, pubblicamente e a mezzo stampa tutta la nostra preoccupazione per le forti pressioni che le LOBBI stavano esercitando  su Palazzo Chigi, affinché  si modificassero  parti qualificanti del Decreto Correttivo al Codice Appalti.

Purtroppo i fatti ci hanno dato ragione, la verità è venuta a galla, dal decreto correttivo al Codice Appalti alla Fine sono sparite le garanzie per i lavoratori delle concessionarie Autostradali, che adesso rischiano il posto di lavoro.

Fatto ancor più grave!  Con un colpo di mano che nessuno si vuole intestare viene colpita e fortemente limitata l’azione di ANAC, ovvero viene colpita e fortemente indebolita l’anticorruzione.

Sia chiaro, noi non c’è ne staremo buoni !

A livello nazionale chiederemo un incontro urgente al ministero dei trasporti per capire come intendono affrontare il grave problema occupazionale che rischia di venirsi a creare, chiederemo altresì, nuovi tavoli  Nazionali alle Holding Autostradali, con l’obbiettivo di chiarire come intendono procedere per la salvaguardia dei livelli occupazionali.

Purtroppo la normativa in questione, oltre ad indebolire l’anticorruzione e a far pagare pesanti conseguenze ai lavoratori, sicuramente inciderà sulla qualità e la sicurezza delle autostrade italiane.

Non saremo disponibili ad accettare che le Concessionarie utilizzino questa normativa come alibi per tagliare gli organici.

Per Fillea CGIL, Filca CISL e Feneal UIL

Giovanni Fera, Carlo Rivellino, Giovanni Gemin

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it