VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
26 September 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
07/05/2018 - Vercelli - Mondi Vitali

PRO VERCELLI - Per Grassadonia esonero bis - Al suo posto dalla Primavera arriva Grieco

PRO VERCELLI - Per Grassadonia esonero bis - Al suo posto dalla Primavera arriva Grieco
Come c’era in fondo da aspettarsi, la Pro ha dato una lezione esemplare a Grassadonia esonerandolo, per la seconda volta in questa traumatica stagione calcistica 2017/18, e affidando la squadra per le due ultime gare (sabato pomeriggio in casa con Entella e venerdì 18, di sera, a Cittadella) all’allenatore della Primavera Vito Grieco, 47 anni, di Molfetta, un passato interessante da centrocampista, dalla C2 alla B, in squadra come Crotone, Modena, Catania e Reggiana, ma soprattutto nello Spezia, di cui è stato amatissimo capottano.

Il secondo esonero di Gianluca Grassadonia è stato comunicato dal Presidente Massimo Secondo questa mattina in conferenza stampa: il Presidente era affiancato dal vice presidente Jose Saggia, dal direttore generale Stefano Bordone e dal direttore sportivo Massimo Varini.

Secondo non si è nascosto dietro al classico dito, ha dato semplicemente seguito alle sue durissime dichiarazioni del post Spezia, quando aveva rimproverato ai giocatori e al tecnico la mancanza di “professionalità”. Grassadonia ha pagato sia per la “vergogna” di Spezia, sia le sorprendenti (e incaute) dichiarazioni pubbliche di pochi giorni fa, quando aveva detto di essere stato “lasciato solo”, sia per il rifiuto ostinato di non impiegare mai, nemmeno per un minuto, un giocatore di indubbie qualità tecniche come il Nazionale Under 21 slovacco David Ivan, che pure aveva disputato 21 partite in serie A con la Sampdoria. A questo proposito, ci attestiamo il merito di avere per primi sollevato il caso-Ivan e di avere continuato a rilanciarlo, per scoprire, adesso, che la società la pensava esattamente come noi. 

Ora, sarà il caso di intenderci. Ivan non è Messi o Cristiano Ronaldo e, probabilmente, da solo non avrebbe potuto trasformare una squadra tutto sommato mediocre come questa Pro in un’équipe bella e vincente, ma come si faccia a non fare giocare mai, e proprio mai, un giovane di indubbio talento, che ha disputato - anche se ovviamente non intere - 21 partite in serie A nella Sampdoria e, sempre con i blucerchiati, anche una gara di Europa League, questo rimane un mistero assoluto.

Grassadonia paga questa cosa, paga il turn over in blocco di un intero reparto (il centrocampo) a Foggia, cose mai viste su un campo di calcio, paga sostituzioni irreali, cambi di modulo estemporanei e, soprattutto, la presunzione di dire: “io gioco così”. Come ha osservato giustamente (e con ritardo) Secondo in conferenza stampa, questa cosa la può dire un Guardiola, che ha vinto tutto, non, con tutto il rispetto, uno che è arrivato ottavo con la Paganese è al quale facciamo comunque tanti auguri di smentirci, anche clamorosamente, nel prosieguo della sua carriera. Nel qual caso, faremo ammenda di tutte queste critiche. Glielo assicuriamo.

Per ora, buon lavoro a Grieco, le cui prime dichiarazioni dopo l’accettazione del nuovo ruolo (“daremo tutto per onorare questa maglia”) ci sono davvero piaciute, eccome.

 

ENRICO DE MARIA

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it