VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 7 luglio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
04/12/2010 - Asti - Cronaca

SINTI ASTIGIANI PREGIUDICATI - Fermati a Verduno dai Carabinieri di Alba

SINTI ASTIGIANI PREGIUDICATI - Fermati a Verduno dai Carabinieri di Alba
Gli arnesi da scasso e ricetrasmittenti sequestrate ai Sinti astigiani

L’altra sera l’equipaggio di una gazzella del Radiomobile dei Carabinieri della Compagnia di Alba in servizio di prevenzione nei comuni di Grinzane Cavour e Roddi notava una Fiat Punto con due uomini a bordo che procedeva lungo la strada provinciale 7 che conduce a Verduno. Gli occupanti, non appena si accorgevano della presenza dei militari, invertivano la marcia della loro auto e si dirigevano in direzione di Alba ad elevata velocità. Immediatamente la gazzella si poneva all’inseguimento del veicolo sospetto e, con l’ausilio di un’altra pattuglia fatta convergere in zona dalla Centrale Operativa , i Carabinieri bloccavano dopo qualche chilometro l’auto.



Gli occupanti erano due nomadi “sinti” entrambi pregiudicati di Asti, rispettivamente padre (40enne) e figlio (20enne), mentre l’auto era intestata alla moglie del conducente, anche lei una nomade di Asti.


Durante la perquisizione della vettura i militari rinvenivano e sottoponevano a sequestro due radio ricetrasmittenti, tronchesi ed altri attrezzi da scasso ed anche due sciarpe nere, tutto materiale che i due avrebbero usato per mettere a segno qualche furto nella zona ed è proprio per questa ragione che alla vista della gazzella erano scappati.


Padre e figlio sono stati quindi accompagnati in caserma e denunciati per il reato di possesso di arnesi atti allo scasso, mentre le indagini dei Carabinieri di Alba sul loro conto proseguono per verificare se si siano resi autori di altri furti nell’albese. Nei confronti degli indagati è stata avviata anche la proposta del Foglio di Via Obbligatorio alla Questura di Cuneo, provvedimento che - in ragione dei loro precedenti penali e delle circostanze del controllo (sospettati di essere venuti nell’albese a commettere furti) – gli vieta di tornare ad Alba e comuni limitrofi per i prossimi tre anni.             


 


   

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it