VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 15 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
15/11/2011 - Torino - La Posta

TORINO - La Lega dice no allo pseudo commissariamento - Tiramani: "Un segnale sempre più chiaro al Nord: gli unici a fare i vostri interessi siamo noi"

TORINO - La Lega dice no allo pseudo commissariamento - Tiramani: "Un segnale sempre più chiaro al Nord: gli unici a fare i vostri interessi siamo noi"
Paolo Tiramani

Troppe volte, in questi tre anni e mezzo di Governo, ci siamo accusare di qualsiasi cosa: che ci eravamo seduti, che non avevamo mantenuto le promesse, che avevamo tradito le attese. Eppure noi, con la nostra pattuglia di parlamentari, una traccia l'abbiamo prodotta grazie al Federalismo, in fase di attuazione  grazie al nostro Capo Umberto Bossi e grazie all'ottimo lavoro dei nostri Ministri Maroni e Calderoli. Un lavoro certosino, sognato dopo anni di battaglie tra la gente per convincere che l'unico movimento riformista a difesa dei cittadini eravamo noi, solo noi, quel Movimento che ovunque ha amministrato, dalle Regioni alle Province, fino ai Comuni, ha saputo dare una svolta radicale al suo territorio. Un buon lavoro, che forse prima fra tutti ha dato fastidio al “poco OnorevoleGianfranco Fini, Presidente della Camera sub judice (ma non doveva dimettersi un minuto dopo Berlusconi?), che cogliendo la palla al balzo, relativa alle critiche su sue presunte abitazioni all'estero e gossip di donne di ex presidenti di squadre di Calcio (Gaucci, ndr), ha fondato un suo partito, strappato un pugno di parlamentari al Popolo delle Libertà e reso incerta la maggioranza di questo Governo. E così, dopo un anno in cui molti onorevoli “per caso” hanno cambiato rapidamente casacca, vendendosi al miglior offerente e rendendo impossibile la prosecuzione di questo Governo, oggi ci troviamo nella più paradossale delle situazioni: un Presidente della Repubblica, dal passato fortemente comunista, che tira fuori dal cilindro un amico dei poteri forti, quel Mario Monti tanto gradito dalla Bce, riuscendo a radunare intorno a lui praticamente tutti i partiti presenti nell'arco costituzionale.



Sogno o son desto? La Lega non ci sta, quella Lega che molti hanno cercato di dipingere come al capolinea, divisa da fantomatici scontri interni ma sempre unita sotto l'egida di Umberto Bossi e dei suoi luogotenenti Maroni e Calderoli. La nostra Lega dice No allo pseudo commissariamento imposto dal sistema finanziario europeo, la nostra Lega non reputa Mario Monti uno scienziato della finanza (Monti chi?? l'advisor di Goldman Sachs?), la nostra Lega non accetta pastrocchi tecnici che vedono un miracolato alla guida di un governo nazionale senza aver partecipato alle elezioni politiche del 2008. La Lega andrà all'opposizione, senza imbarazzi, guardando dritto negli occhi i suoi elettori, anche quelli che l'avevano accusata di immobilismo, quegli stessi che tra poco capiranno che non eravamo a Roma a scaldare una poltrona ma a difenderli dall'aumento dell'età pensionabile, dall'introduzione della patrimoniale e dal ripristino dell'Ici. Tutte misure che già si ipotizzano per il nuovo governo Monti. Quella Lega che con la sua onestà, i suoi esponenti sempre presenti sul loro territorio, saprà ricompattarsi e dare un segnale sempre più chiaro al suo Nord: gli unici a fare i vostri interessi siamo noi!


 


Paolo Tiramani


Consigliere Regionale Piemonte Lega Nord

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it