VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
venerdì 23 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
06/06/2011 - Regione Piemonte - Politica

TRIPPA PER I GATTI/37 - Giunta senza donne - Carlo Riva Vercellotti si allinea diligente a Lorenzo Piccioni e sbarra la strada a Lella Bassignana

TRIPPA PER I GATTI/37 - Giunta senza donne - Carlo Riva Vercellotti si allinea diligente a Lorenzo Piccioni e sbarra la strada a Lella Bassignana
Carlo Riva Vercellotti - No alla Bassignana, come ha sempre detto Lorenzo Piccioni

Bisognerà andarla a prendere sul Monte Athos (la Repubblica monastica nella Penisola Calcidica, dove hanno diritto di cittadinanza solo gli uomini), la razione di trippa di oggi, perché in Via San Cristoforo si prepara un quinquennio di assoluto digiuno femminile. Neanche una donna siederà tra gli Assessori del Primo Governo di Carlo Riva Vercellotti, Gianluca Buonanno, Roberto Rosso. Smentendo, anzi, gli oracoli della vigilia che davano per certa la presenza tra gli Assessori provinciali di Lella Bassignana – il cui nome era non solo scritto, ma persino scolpito negli accordi romani sulla designazione di Riva -  pare che il Presidente abbia deciso di puntare i piedi: Lella Bassignana non passerà.



Perché? E qui la vera sorpresa. In un sussulto di orgoglio, il neo Presidente pare voglia dimostrare al mondo quanto sia  falsa la diceria secondo cui  dipenda in tutto dai due Onorevoli. Non è vero che basterebbe un flatus “vocis” di Gianluca Buonanno per farlo volare via dalla prestigiosa poltrona, così come più o meno nello stesso modo l’ha fatto sloggiare da quella di Sindaco a Gattinara.


No. Carlo Riva Vercellotti vuole forse dimostrare che segue anche, con non minore diligenza, i sommessi suggerimenti di Lorenzo Piccioni e Alberto Cortopassi.


Macchè servo di due padroni.


Che il Senatore Piccioni non volesse Lella Bassignana in Giunta provinciale non è un mistero. L’ha dichiarato a chiare lettere fin dall’inizio. Più  defilato Cortopassi, che in fondo ha con la questione un rapporto atarattico.


Come andrà a finire si vedrà tra pochi giorni. Per ora i nomi più accreditati per un posto di Assessore, in casa Pdl sono: Gilberto Canova e Davide Gilardino (blindati); Gian Mario De Maria (in alternativa a Bassignana, quindi assai probabile, anche perchè uomo Ascom). Se c’è posto per un quarto (che andrebbe a scapito di quello promesso – ma pochi ci hanno creduto davvero – all’Udc) è già in fila Massimo Camandona. Camandona, in fondo, è tutto ciò che vuole Piccioni. Si dirà: ma perché ci tiene tanto? E chi lo sa. Il fatto è che senza un posto per Camandona il Senatore si sente fuori posto lui. E’ un fatto che difficilmente riusciamo a spiegarci. Ma da quando in qua dobbiamo capire tutto noi? Sono anche – bisogna riconoscerlo senza complessi e con sincerità – cose forse troppo profonde per le nostre modeste attitudini a capire. Sapranno loro. Capiremo, se capiremo, in seguito. Capisca chi può. E amen. Nella denegata ipotesi che le smanie assessorili di Piccioni – Camandona dovessero andare frustrate, si potrebbe puntare sulla Presidenza del Consiglio provinciale. Scranno che, in alternativa, potrebbe essere appannaggio del leghista Piero Bondetti, che vi ritornerebbe, soprattutto se non si trovasse posto per lui in Giunta.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it