VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 October 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
20/04/2017 - Vercelli - Cronaca

TRIPPA PER I GATTI / 422 - Gli Oblati del 2019 si spartiscono i posti oggi, ma guardando avanti: si offrono anche per il futuro - Esclusivo, il documento che ha portato Mario Cometti in Giunta e porterà (?) altri in Atena Trading

TRIPPA PER I GATTI / 422 - Gli Oblati del 2019 si spartiscono i posti oggi, ma guardando avanti: si offrono anche per il futuro - Esclusivo, il documento che ha portato Mario Cometti in Giunta e porterà (?) altri in Atena Trading
Grazie, no, Maura

Sono come – e forse meglio ancora – degli Oblati.

 

Loro s’offrono.

 

Ma non patiscono.

 

Offrirsi senza soffrire.

 

S’offrono già in prospettiva 2019: non da oggi, ma da dicembre 2015.

 

Addirittura?

 

Addirittura.

 

Carta canta.

 

Ecco il pdf:


http://piemonteoggi.it/pdf_news/20042017204127_DOCUMENTO.pdf

 

 In formato espanso a fondo pagina.

 

 

Perché loro, quando pensano alle cadreghe, non sono miopi, piuttosto presbiti.

 

A dicembre 2015 si mettevano d’accordo sui posti, ma non così, tanto per fare: no, ideologi al lavoro per dare una prospettiva di gloria futura.

 

Ma andiamo con ordine.

 

***

 

Sono i giorni convulsi che precedono – e coincidono – con il 17 dicembre 2015, quando il Consiglio Comunale di Vercelli è chiamato a votare la maxioperazione di Atena e Iren.

 

Si corre seriamente il rischio che quelli di Cambia Vercelli non votino e la cosa non passi: Barbocapra è una vera e propria furia.

 

Inonda un po’ tutti di mail per mettere in guardia dall’operazione.

 

Bisogna correre ai ripari e catturarli, quelli di Cambia Vercelli.

 

E la trattativa giunge in porto, dissidente soltanto Donatella Capra, che mangia la foglia.

 

Peraltro, una foglia di fico perché si capiva tutto benissimo.

 

Non sappiamo se i componenti del gruppo Cambia Vercelli abbiano mai visto questo documento, sottoscritto da due personalità di primo piano, già destinate a costituire la coppia di ferro dell’ Amministrazione.

 

Un sodalizio che sarebbe poi divenuto indissolubile con la designazione di Gianni Cau Assessore al Bilancio.

 

***

 

Tentare un’ esegesi del documento non è facile.

 

Il linguaggio è criptico: forse concepito più per velare che per svelare.

 

Parte deciso nel tentativo di edificare una costruzione logica, di precostituire una legittimazione all’accanimento terapeutico: perché tenere in piedi la baracca a tutti i costi?

 

Perché qualcuno avrebbe fatto qualcosa di eversivo.

 

Chi?

 

Ma SiAmoVercelli, è ovvio, che “per incoerenti ragioni ed evidenti pretesti” (è tutto testuale e del resto il documento è pubblicato in pdf: chi ha fegato, stomaco e cuore può leggerlo direttamente, integrale) “passa all’opposizione pur contando sul maggior numero di Consiglieri lucrato con l’apparentamento”.

 

Lucrato.

 

Scrivono e sottoscrivono proprio così: lucrato.

 

Come Uncle Scrooge.

 

Per loro ( cattivi, quelli del Rialto! ) che lucrano consiglieri come se fossero degli Zii Paperone del ballottaggio non sarà mai Natale.

 

E se loro lucrano, a mali estremi, estremi rimedi.

 

Teniamo in piedi la baracca ( sarà poi il refrain dei mesi successivi al documento ) allargando la maggioranza.

 

Sicchè, se da un lato lucrano, dall’altro si risponde cercando qualcuno che dia via le chiappe.

 

Per cosa poi?

 

Non si sa, perché il documento parla dei posti che si prendono loro, che in maggioranza ci sono già.

 

Si prendono i posti superando anche la “sterile logica dei curricula”.

 

Ma dando spazio ai “vissuti” che devono essere valorizzati.

Cioè: val più l’esperienza della scienza.

 

E quindi:”Occorre dare coerente rappresentazione istituzionale alla rappresentanza politica ed elettorale di Cambia Vercelli”.

 

E qui accediamo alla vera e propria dimensione lacaniana.

 

Perché alle elezioni Cambia Vercelli ha preso due Consiglieri e basta.

 

Gli altri tre (Caradonna, Capra, Badj) sono stati eletti nel Pd.

 

Hanno lucrato pure loro?

 

Perché se si fossero candidati in Cambia Vercelli chi lo dice che sarebbero stati eletti?

 

Mah.

 

Comunque questo ragionamento deve fare presa su personalità di primo piano, come quelle che sottoscrivono il documento.


E uno dice: ma possibile che abbia firmato una cosa del genere?


E per di più a nome " di tutte le forze partecipi di questo progetto ", essendone l'espressione della "unità e sintesi"?


Eppure la firma è lì da vedere, mica l'abbiamo messa noi.


Mica - quando è stata apposta - si sentivano urla strazianti di dolore come di chi fosse torturato e costretto a firmre.


Mica nessuno è stato drogato con qualche crack o diavolerie del genere.

 

Cosa non si fa per stare a galla.

 

Non eravamo lì, non sappiamo dire che faccia avessero quando hanno ponzato e poi firmato.

 

Lì dove, tra l’altro?

 

Non possiamo dirlo con certezza, ma pare che la firma tra i due contraenti sia stata apposta proprio nello stesso giorno, 17 dicembre, del Consiglio Comunale.

 

Così, tanto per introdurre elementi di signorilità nella vicenda.

 

***

 

Che succede, dunque?

 

Succede che si lasciano con un riconoscimento, nel gruppo di Cambia Vercelli:”come è ampiamente asseverato, militano persone le cui competenze” sono “indiscusse, così come è chiara la loro idoneità a ricoprire con profitto incarichi istituzionali anche impegnativi”.

 

***

 

E qui viene il bello.

 

Istituzionali dove?

 

Ecco spiegato:”Per la definizione delle responsabilità di Giunta e nell’ambito di Enti presso i quali il Comune abbia un ruolo”.

 

Ma uno di questi Enti dove il Comune ha un ruolo – si domanda il profano – non sarà per caso la stessa Atena?

 

***

 

Appuntamento a gennaio per definire i particolari:”Il Sindaco ed il Gruppo di Cambia Vercelli si danno reciprocamente atto che questa materia dovrà essere esaminata e le soluzioni conseguenti adottate, entro il prossimo mese di gennaio 2016”.

 

Perché questa fretta?

 

Perché:”la città possa avere assetti stabili di governo, idonei a proseguire con forze più consistenti il lavoro sin qui progettato e sviluppato dall’Amministrazione”.

 

Meno male che ci sono loro a pensare alla Città.

 

Meno male.

 

Come faremmo senza di loro?

 

***

 

Appunto.


Per la verità, non sono pochi quelli che ne farebbero a meno volentieri.


Ma loro insistono al modo di imbonitori che cerchino di appioppare ciò che non hanno a chi non lo vuole.

 

Ma possiamo dormire tra (almeno) due guanciali, perché loro hanno la vista lunga e fanno questo documento per assicurare alla Città una prospettiva non certo limitata al contingente.

 

Siamo solo a dicembre 2015, ma loro già si applicano “offrendo una prospettiva di continuità amministrativa anche nel successivo quinquennio”.

 

***

 

Mamma, li turchi.

 

Ecco, però adesso lo sappiamo: puntano ad andare oltre il 2019.

 

E non da oggi.

 

E’ da un po’ che stanno pensando “al successivo quinquennio” perché si vede che stanno bene come e dove sono.

 

***

 

Ha trovato applicazione quell’accordo?

 

Vediamo: l’Atto di nomina ad Assessore di Mario Cometti è del 16 febbraio 2016.

 

Sono 16 giorni dopo il 31 gennaio.

 

Invece, certe nomine in Atena Trading pare che non arrivino mai.

 

Come finirà?

 

Chi vivrà, vedrà: forse stanno preparando un altro documento ancora…

 

 

 

 

PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it