VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 August 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
17/05/2018 - Vercelli - Salute & Persona

TRIPPA PER I GATTI / 466 - Segreto buffo su ricerche diversamente utili - Il Faggiano in picchiata sull'indagine epidemiologica dell'Osav: magari il cancro c'è anche, ma non l'avete detto bene - E così compromettete la vendita degli alloggi

TRIPPA PER I GATTI / 466 - Segreto buffo su ricerche diversamente utili - Il Faggiano in picchiata sull'indagine epidemiologica dell'Osav: magari il cancro c'è anche, ma non l'avete detto bene - E così compromettete la vendita degli alloggi
Cristian Salerno e Lucio Antonio Palin con i Presidenti dell'Ordine dei Medici e della Lilt

Insomma: il cancro c’è, ma senza un vero perché.

E poi l’importante è che la gente non si allarmi: altrimenti potrebbe non comprere più le case.

Ma andiamo – e ce n’è bisogno - con ordine.

Il Lettore si ricorderà l’articolo del 28 aprile, quello che riferiva della riunione secretata della Quinta Commissione del Consiglio Comunale, quella che si occupa di Ambiente.

Presidente Stafano Pasquino.

Leggi anche:

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=78511

 

I Consiglieri Commissari all’Ordine del Giorno

Eccolo

http://piemonteoggi.it/pdf_news/28042018101804_PASQUINO.pdf

 

avevano un argomento assolutamente importante: venire a conoscenza di due relazioni epidemiologiche preparate dell’Osav, l’Osservatoro vercellese sulla salute pubblica e le cose che possono averla messa a rischio.

Gli studi su argomenti che fanno drizzare le antenne.

Il primo: ‘La salute negli Agricoltori nel periodo 1980 – 2000’.

Il secondo: ‘Georeferenziazione Gis dei tumori cerebrali dal 1985 al 2013 a Vercelli’.

***

Ed è lecito domandarsi: perché su simili materie la secretazione dell’adunanza?

Di solito le riunioni di Commissione sono pubbliche come quelle del Consiglio Comunale. Partecipano meno cittadini, ma possono farlo.

Perché una ricerca sulla salute e sui tumori in particolare deve essere tenuta sotto maglietto?

***

La risposta è surreale.

Non c’è niente di cui preoccuparsi, ma magari meglio non creare allarmismo o – chissà - magari evitare fughe di notizie che potrebbero allarmare il sonnolento mercato immobilare vercellese per certe aree della città.

Ad esempio quella di cui da tanto tempo si parla e (secondo quanto trapela dagli studi epidemiologici secretati), con qualche motivo: l’area ex Sambonet, dove ora c’è un grande cantiere edile.

Conseguenza normale se si commissionano studi di geolocalizzazione delle malattie: in quella via ci sono più casi di tumore che nell’altra.

***

Ma andiamo – di nuovo - con ordine.

***

Abbiamo già visto che i Tecnici che costituiscono l’Osav, Cristian Salerno e Lucio Antonio Palin sono da qualche tempo caduti in disgrazia.

Il loro lavoro sembra essere guardato con scetticismo da Gabriele Bagnasco ( nella sua qualità di Dirigente del Servizio di Prevenzione dell’Asl ) e l’Osav stesso – voluto peraltro da questa Amministrazione Comunale – ormai sarebbe visto come un doppione (se va bene) del Tavolo tecnico costituito più tardi presso l’Asl di Vercelli.

L’Ordine dei Medici un tempo li portava in palma di mano, tessendone le lodi, mentre ora (semmai il Presidente dovesse essere convocato nella Commissione per un’audizione) non si sa che potrebbe dire.

Meglio – come vedremo – non chiamarlo.

E così la Lilt (Lotta tumori): insieme all’Ordine dei Medici, una volta, quando alludevano a Salerno e Palin, dovevi stare attento che non ti schizzassero elogi in faccia, tanto erano compiaciuti di parlarne.

Ora paiono più continenti.

***

Dunque si riuniscono il 7 maggio i Commissari e vengono a sapere alcune cose.

Intanto, che il primo studio, quello sulla salute “negli” Agricoltori dal 1980 al 2000, non sanno come fare a motivarlo.

Sicchè alla domanda: ma perché il Comune avrebbe pagato uno studio sulla salute “negli” agricoltori in un periodo compreso tra 38 e 18 anni fa?

Nessuno ( del Comune ) sembra dare una risposta convincente.

Boh… l’hanno fatto… avranno avuto i loro motivi.

E amen.

Per la cronaca sono presenti anche alcuni Dirigenti: Liliana Patriarca è inoltre stata incaricata di rappresentare il Comune al Tavolo Ambiente Salute dell’ASL. Partecipa anche il Comandante della Polizia Locale Roberto Riva Cambrino.  

***

Poi c’è il secondo studio, che invece attira – e con motivate ragioni – molto più le attenzioni un po’ di tutti, non solo dei Commissari, ma soprattutto dei Cittadini.

***

Qui si va più sul vago: ma no, vedete, è uno studio che – come dire… - presenta caratteristiche le quali lo renderebbero di difficile esposizione al volgo.

Ohibo!

Perché lo studio dice che in certe zone della città ci sono più casi di tumori cerebrali che in altre.

Come mai?

Eh…

***

Insomma, i criteri con i quali è stato condotto sarebbero da “approfondire”.

E, per rappresentare meglio questo concetto, il Sindaco, (avrebbe “estratto  dalla cartella una relazione preparata dall’Osservatorio Epidemiologico dell’Asl di cui è referente il Prof. Fabrizio Faggiano.

Anche questa secretata.

Perché?

Perché sembra che sia così negativa nei confronti dei due lavori, che i due Tecnici, Palin e Salerno, potrebbero pure offendersi.

***

Ai Consiglieri viene solo fatta vedere, poi il Sindaco se la rimette nella cartella e chi si è visto si è visto.

Poco più incoraggiante la sorte dei due studi.

Sono affidati al dipendente comunale Enrico Razzano.

Lui potrà farli vedere ai Consiglieri Commissari eventualmente curiosi, ma non di più.

***

Poi qualcuno dei Consiglieri dice: ma non si potrebbe, la prossima volta, ascoltare in audizione anche il Presidente dell’Ordine dei Medici?

Così magari ci spiega – se è vero – perché prima gli piacevano Salerno e Palin e adesso non gli piaccioni più (se è vero).

Risposta: assolutamente no, che diamine, perché dargli un fastidio del genere?!

***

Non si fa più un passo avanti.

Si rinvia la Commissione.

Per dare modo a Faggiano, Palin, Salerno ed eventualmente chi altri volesse tra i vari Tecnici chiamati in causa, di incontrarsi e trovare loro una via d’uscita.

***

Come finirà?

Comunque credano che possa andare a finire, ci sono alcune cose sicure che forse è bene richiamare.

La prima: entrambi gli studi (Salute “negli” agricoltori e mappatura dei casi di tumore nella città di Vercelli) sono stati pagati con denaro pubblico.

Sull’utilita’ degli stessi si giudicherà quando saranno pubblici, ma secondo rumors e commenti provenienti dai lavori della V commissione, non sarebbero assolutamente “rivoluzionari” e non direbbero niente di nuovo, e in questo caso sarebbero stati “secretati” inutilmente

La seconda: entrambi gli studi sono acquisiti al protocollo del Comune dal Dicembre 2017.

Mentre i primi commenti negativi da parte della Giunta si sarebbero uditi in Aula Consiliare nel Consiglio Comunale di Ottobre 2017 ( Assessore Broglia) cioè ben prima della loro consegna.

Negativi a prescindere.

La terza: non si può quindi, ragionevolmente, pensare che procedendo ad una richiesta di accesso agli Atti siano in qualche modo sottratti all’esame del cittadino che ne volesse prendere visione.

La quarta: anche la relazione che “stroncherebbe” entrambi gli studi, e per gli stessi motivi, è pervenuta al Comune e se perviene al Comune deve passare dal protocollo e da quel momento è anch’essa accessibile al cittadino.

Ma ci sono persino dubbi sul fatto che sia stata protocollata in arrivo dal Comune.

Ma se non è protocollata in arrivo, lo sarà sicuramente in uscita dal protocollo dell’Asl: altrimenti è come se fosse un appunto tra privati cittadini.

La quinta: se poi in alcune zone della città il valore degli immobili dovesse eventualmente soffrirne, pazienza.

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it