VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 September 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
26/01/2015 - Vercelli - Eventi e Fiere

VERCELLI- Concerto di Lussine Levoni al Teatro Civico, vincitrice del III premio al 65° Concorso Internazionale di Musica

VERCELLI- Concerto di Lussine Levoni al Teatro Civico, vincitrice del III premio al 65° Concorso Internazionale di Musica
Lussine Levoni

 Programma

- W. A. Mozart

Exsultate, jubilate mottetto per soprano e orchestra K 165

Ouverture La finta semplice K51/46a

Ach ich füls Aria per soprano dal “Flauto magico”

Marcia K 249

O zittre nicht Aria per soprano dal “Flauto magico”

Mozart – Sinfonia Kv 76/42a

Il concerto che il Viotti Festival propone per sabato 31 gennaio (Vercelli, Teatro Civico, ore 21) nasce all'insegna di un'affinità profonda nel segno di Giovan Battista Viotti, la cui riscoperta accomuna la Camerata Ducale, organizzatrice del Festival, e un altro prestigioso punto di riferimento per la cultura vercellese, ovvero il Concorso Internazionale “G. B. Viotti”, fondato nel 1950 da Joseph Robbone.

Protagonista del concerto sarà infatti la giovane soprano di origine armena Lussine Levoni, alla quale è stato assegnato il III premio nella sezione canto della scorsa edizione del Concorso. Un riconoscimento che da un lato garantisce l'eccellenza artistica del concerto, dall'altro rappresenta senz'altro per la solista un passo fondamentale per la costruzione di una carriera internazionale di primissimo piano: va ricordato, infatti, che in passato il “G. B. Viotti” ha premiato alcune tra le più belle voci della nostra epoca, da Mirella Freni a Raina Kabaivanska, da Renato Bruson a Leo Nucci a Sumi Jo. Gli spettatori avranno dunque l'occasione di ammirare una futura stella della lirica, alla quale si può augurare di diventare altrettanto famosa del Concorso che l'ha premiata, noto in tutto il mondo per l'alto livello, la serietà e le prestigiose presenze in giuria.

Il programma, interamente composto da pagine mozartiane, sarà incentrato sul meraviglioso mottetto Exsultate, jubilate. Composto a Milano nel 1773 da un Mozart diciassettenne, era stato espressamente concepito per le eccelse doti virtuosistiche del famoso castrato italiano Venanzio Rauzzini. Più che un mottetto in senso tradizionale, si tratta di un vero e proprio concerto in tre tempi, con un recitativo prima dell'Andante centrale. Sebbene il brano faccia parte a pieno titolo del repertorio della musica sacra, la sua vocalità brillante e spensierata lo avvicina alla tradizione dell'opera italiana. Il grande impegno virtuosistico e la possente trama melodica hanno fatto di Exsultate, jubilate, e in particolare del gioioso Alleluja finale, uno dei cavalli di battaglia delle più grandi soprano di tutti i tempi.

 Da notare che Mozart lo compose, come spesso gli accadeva, in tutta fretta, visto che dal 26 dicembre del 1772 si trovava a Milano per seguire la sua opera Lucio Silla, che lo tenne occupato per le seguenti tre settimane, e che il mottetto fu eseguito per la prima volta nella chiesa di Sant'Antonio, sempre in Milano, il 17 gennaio dell'anno successivo, dunque 22 giorni dopo.

 Non sapremo mai dove avesse trovato il tempo di produrre un tale capolavoro, ma è certo che Mozart teneva particolarmente a questo brano, visto che circa 40 anni fa – nelle biblioteche parrocchiali di due piccoli villaggi vicino a Salisburgo – ne furono ritrovate due versioni originali, entrambe differenti e successive rispetto a quella “milanese”.

Lussine Levoni, di origine armena, ha vissuto nel 2014 un periodo eccezionale, che l'ha lanciata nell'Olimpo della lirica contemporanea: è stata infatti premiata al 65° Concorso “G. B. Viotti” di Vercelli, al Médoc di Bordeaux e, con il primo premio assoluto, al 15° “Pedro Maria Unanue” di Bilbao. Tre riconoscimenti che si aggiungono a quelli ricevuti nel 2013 a Parigi e a Milano, e che rappresentano le migliori credenziali per una lunga carriera internazionale.

Fino al 2013 ha fatto parte dell'International Opernstudio presso lo Staatstheater di Norimberga, dove è stata Frasquita in Carmen, la grande sacerdotessa in Aida e Despina in Così fan tutte.

Il prossimo appuntamento con il Viotti Festival è fissato per sabato 14 febbraio con il concerto della violinista Veronika Eberle.

Biglietti

Biglietti da 10,00 € fino a 25,00 €

Riduzioni: over 65, Cral, Titolari Pyoucard, i nati dal 1994, abbonati al quotidiano La Stampa, abbonati alla Stagione di prosa di Vercelli

Prenotazione on-line e telefonica: biglietteria.viottifestival.com / tel. 011.755791 lunedì, mercoledì, venerdì ore 10,00 -12,00

Acquisto e ritiro biglietti: Box office Teatro Civico (via Monte di Pietà 15, Vercelli)

Venerdì 30 gennaio ore 17,00 -19,30

Sabato 31 gennaio ore 19,00 -21,00

VercelliOggi.it ti consiglia di scrivere  per avere ulteriori informazioni a  biglietteria@viottifestival.it – www.viottifestival.it

 

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

 

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

 

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

 

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PiemonteOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Online dal 1 giugno 2009 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it