VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 9 luglio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
27/01/2012 - Vercelli - La Posta

VERCELLI - Legambiente e Pro Natura ritengono indispensabile un dibattito sul tema inceneritore - "E’ un impianto che emette sostanze pericolose per l’ambiente e per la salute"

VERCELLI - Legambiente e Pro Natura ritengono indispensabile un dibattito sul tema inceneritore - "E’ un impianto che emette sostanze pericolose per l’ambiente e per la salute"
L’inceneritore di Vercelli

Se il “partito” degli inceneritori “senza se e senza ma”, conta alcuni sostenitori, molti altri appartengono alla fazione opposta! In ogni caso la domanda a cui dare una seria risposta non è: inceneritori si, inceneritori no;  ma, inceneritori perché?  Ovviamente la questione della gestione rifiuti è complessa e non facilmente riassumibile in questa sede, se non per sommi capi; certo che il fatto di “..doversene fare una ragione..” di un nuovo inceneritore a Vercelli pare più un atteggiamento di un padre verso uno scolaro elementare che non un rappresentante politico che dovrebbe argomentare su scelte strategiche. In ogni caso è indispensabile che i cittadini siano informati criticamente sul tema e possano scegliere in modo consapevole. Proviamo dunque a fornire alcuni elementi, a cui faremo seguire successivi approfondimenti: a differenza di alcune decine di anni addietro non si tratta di come smaltire i rifiuti, scegliendo tra discarica e inceneritore; Una corretta gestione dei rifiuti urbani presuppone, prioritariamente, una riduzione delle quantità prodotte (produciamo quasi il doppio dei rifiuti di 30 anni fa!), per perseguire questo obiettivo è necessario un piano almeno provinciale, volontà, cambio di mentalità, investimenti; un inceneritore (che in Italia viene chiamato finemente “termovalorizzatore”) emette, sostanze pericolose per l’ambiente e per la salute, ritenute minime se considerate in percentuale nella composizione dei fumi, ma sicuramente considerevoli prendendo in considerazione la totalità dei fumi emessi e la bioaccumulabilità delle sostanze dannose; un moderno inceneritore  per poter essere economicamente sostenibile deve bruciare almeno il triplo dei rifiuti che può bruciare l’attuale inceneritore di Vercelli, quindi anche migliorando notevolmente le prestazioni, il saldo sarebbe fortemente  negativo per il nostro territorio; una riduzione alla fonte dei rifiuti vercellesi e una buona raccolta differenziata portano ad avere un residuo da gestire di alcune decine di migliaia di tonnellate/anno di rifiuti, del tutto insufficienti a giustificare un impianto di incenerimento a Vercelli. Esistono tecnologie alternative all’incenerimento dei rifiuti, meno impattanti per la salute e l’ambiente; la localizzazione degli impianti di trattamento dei rifiuti deve riferirsi ad un territorio con una popolazione di molto superiore a quella della nostra provincia e deve seguire criteri logici, non volontà politiche. Dal punto di vista occupazionale gli addetti in un sistema di buona gestione di raccolta/recupero/riciclaggio dei rifiuti è di molto superiore al sistema incentrato sullo smaltimento. Considerati i molti aspetti legati alla questione rifiuti, Legambiente e Pro Natura ritengono indispensabile che anche nel vercellese si apra un dibattito serio sul tema e non si pronunci solo chi in tema di opere pubbliche ha qualche pendenza per precedenti incarichi politici. Legambiente dal 2008 ha lanciato una proposta (il testo è scaricabile dal sito http://www.legambientepiemonte.it/rifiuti.htm -file 24-11-08 Quadro complessivo ATO2) che prevede il pieno utilizzo di impianti di trattamento esistenti, la chiusura dell’inceneritore di Vercelli, nessun nuovo inceneritore,  e notevoli risparmi economici.  In ultimo, ma non per questo meno importante, è da ricordare a tutti come a Vercelli esiste già un secondo inceneritore; si tratta di un impianto che smaltisce rifiuti industriali.



Legambiente                                              


Circolo del Vercellese                               


Gian Piero Godio        


Pronatura Del Vercellese                                   


Rossana Vallino

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it