VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 26 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
05/08/2020 - Vercelli - Salute & Persona

VERCELLI, FINALMENTE LE CAMERE CON BAGNO ALL'OSPEDALE S. ANDREA - Aldo Casalini: ogni euro investito nella salute è a beneficio anche dell'economia e della società - L'Arcivescovo Marco: Dio è Amore e si rivela a tutti coloro capaci di amare

VERCELLI, FINALMENTE LE CAMERE CON BAGNO ALL'OSPEDALE S. ANDREA - Aldo Casalini: ogni euro investito nella salute è a beneficio anche dell'economia e della società - L'Arcivescovo Marco: Dio è Amore e si rivela a tutti coloro capaci di amare
I protagonisti del servizio al prossimo, oggi nel Reparto rinnovato -

Quanto conta avere il bagno in camera, quando sei ricoverato in Ospedale ed in un posto come il Reparto di Chirurgia?

Anzi, meglio dire, oggi “delle Chirurgie”, quella Chirurgica - Traumatologica è un’ “area” che presta cure ed assicura interventi multidisciplinari e multispecialistici.

In questi ultimi tempi è stata in parte convertita per prestare le cure ai Pazienti Covid, ma si spera che in futuro, ad emergenza esaurita, torni completamente al proprio ruolo.

Ebbene, si diceva, quanto conta il bagno in camera, per un Paziente, per i familiari che lo assistono? 

Lo sa bene chi ci è passato.

E’ un vero e proprio salto di qualità, anche se il termine “umanizzazione”, si perdoni la franchezza, suona un po’ come se andasse oltre il segno.

Speriamo (per quel poco che ne sappiamo, possiamo dire di esserne certi), infatti, che ovunque, nel Nosocomio, non siano esiliati i caratteri di umanità della vita, l’umanità di chi soffre e sia nella prova.

Ma, in un giorno di festa come questo, bando alle sottigliezze, perché, di sicuro, quella che viene inaugurata oggi è una grande e bella realizzazione.

Lavori portati a termine in poco tempo, che si conta in settimane.

Lavori accuratissimi che, pur guardando al Paziente chirurgico, non dimenticano la recente esperienza: sicchè le camere sono “pressurizzate”, garantendo che la pressione possa essere regolata, sia positiva, sia negativa.

E’ importante, perché, quando si apre la porta, l’aria della stanza non esce, se non si vuole che esca: come nel caso in cui ospiti una persona ammalta di malattie infettive.

I lavori sono stati realizzati con il fondamentale contributo economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli ed un concorso comunale.

Ne parla il Presidente di Via Monte di Pietà, Avv. Aldo Casalini, che ricorda una verità alla quale abbiamo spesso ripensato, nel corso dell’esperienza vissuta tra febbraio e giugno di quest’anno: ogni euro investito nella salute riverbera conseguenze positive a tutti i livelli; da quello economico a quello sociale, oltre ad elevare, ovviamente, la qualità della vita  e l’immagine sociale della città e del proprio territorio.

Il nostro video offre anche l’intervento e la benedizione dell’Arcivescovo di Vercelli, Mons. Marco Arnolfo, che ha richiamato l’idea, davvero e profondamente ecumenica, di quel Dio - Amore, che “benedice” non tanto chi voglia in qualche modo “appropriarsene”, quanto piuttosto ogni persona capace di amore: come tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato e che qui lavoreranno a servizio del prossimo.

Un servizio che – l’allusione del Presule è sapiente – è certamente mosso dall’amore, ma che deve fare anche i conti con le strutture.

E’ sempre istruttiva e dà la “linea”, per dir così, a tutti coloro che vogliono occuparsi di Sanità, la Parabola del Buon Samaritano.

Sappiamo come vanno le cose: quell’uomo ferito ed umiliato ha bisogno di cure.

Il Samaritano non guarda alle “appartenenze”, ma gli presta soccorso.

Ma, oltre allo slancio d’amore, c’è poi il problema delle “strutture”, di quella che, in embrione, riconosciamo come una vera e propria organizzazione sanitaria: le prime cure in emergenza, poi, però, l’ospitalità “nell’albergo” (a proposito di componente “alberghiera” del ricovero), i soldi per pagare i conti, la programmazione "ti darò altro denaro al mio ritorno".

La Parabola è lì a dirci che i sentimenti di amore, umanità, fraternità, sono certamente il "motore" della cura, del concreto servizio all'altro; poi, però, occorre pensare a tante altre cose, che consentono a questo servizio di inverarsi nella vita, nella sua dimensione concreta e materiale. 

Perchè "Spirito" e "materia" non sono nemici, ma sono quanto la potenza di Dio ha creato.

Insomma, come sempre, la Parola di Dio si fa leggere ogni giorno, non soltanto sulla pagina di Scrittura, ma anche nel "Mondo"; per capire che ogni giorno non è ben speso, se non consegnato alla Parola ed alla Misericordia di un Padre, che ci chiede di farci carico, sempre, con tutti i nostri talenti e cogliendo i segni dei tempi, di chi soffre.

PieomonteOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@piemonteoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it