VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
10 December 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Video Notizie
13/11/2018 - PAMELA ROMANELLO CHIAMA IL SINDACO DI CASALINO - E lui: non ho tempo, non ho tempo
Molto attesa dai nostri Lettori, la seconda puntata della videoinchiesta di Pamela Romanello per VercelliOggi.it sulle multe degli autovelox di Casalino.
Una vera e propria ecatombe, a giudicare dalle tante segnalazioni che ci sono arrivate.
E poi c’è anche materiale per una prossima terza puntata, che riguarda la tangenziale che passerebbe all’esterno degli abitati di Borgo Vercelli, Casalino e Casalvolone.
Senonchè – queste sono anticipazioni che provengono da fonti degne di considerazione – a Casalino sarebbe un problema ospitare il tracciato della nuova strada perché si tratterebbe di espropriare un po’ di terra a qualche agrario.
Che nicchierebbe e magari ha anche qualche parente che conta.
Ma intanto sentiamo al telefono di Pamela dietro quale dito si nasconda il Sindaco, Sergio Ferrari, preoccupato di fare funzionare gli Autovelox, e forse anche preoccupato di ciò che potrebbero pensare gli agrari.
“Non ho tempo … non ho tempo” balbetta.
“Chiamo io … chiamo io…” tenta di svignarsela.
***
Le cose costruttive emerse, a questo punto dell’inchiesta giornalistica, sono quindi due.
La prima: il Comune può annullare in autotuela le multe che risultassero illegittime.
A parte l’entità pecuniaria della sanzione, l’utente (che se passa da Casalino non è certo per turismo) non ci rimette i punti della patente.
Per gente che lavora, è il rischio maggiore.
La seconda: l’inchiesta a fatto (ri) emergere l’idea della tangenziale, vera stabile soluzione al problema, sia per la salute dei cittadini di Casalino e degli altri centri, che non si vedrebbero transitare sull’uscio di casa non meno (sono stime) di 35 mila veicoli, tra leggeri e pesanti, l’anno.
Sia, anche perché così si potrebbe transitare in tutta sicurezza anche da parte degli automobilisti, su un’arteria sicuramente più scorrevole e lineare.
Che in un prossimo futuro potrebbe anche essere unita ad altri tratti lungo la direzione Est, indispensabili soprattutto se e quando sarà completata la Città della Salute di Novara.
Alla prossima puntata.