VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della regione Piemonte
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 20 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
VercelliOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Video Notizie
16/08/2021 - VERCELLI, CAVALCAVIA CHIUSO - Siamo sicuri sulla soluzione trovata?
Diciamo pure che ci hanno presi dalla disperazione.
Il Cavalcavia di Corso Avogadro di Quaregna è
chiuso ormai da otto mesi
http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=93251
e non si trova un’altra soluzione, se non quella di demolirlo.
Se è sempre stato vero che “asfaltar no es gobernar”, meno ancora lo è demolire.
Certo, risolvere i problemi cancellandoli dalla faccia della terra è pur sempre un modo per liberarsi del rovello.
Quindi, non si sa a chi ascrivere la responsabilità se un importante manufatto, relativamente recente, sarà demolito, e amen.
Chi ne ha omesse le manutenzioni?
Chi è stato responsabile dei mancati controlli sulle condizioni statiche?
Tra non molto, non si potrà nemmeno più andare a cercare le cause dello stato di cose, proprio perché non ci sarà più il Cavalcavia.
Che univa, assicurando il decongestionamento della viabilità, due quadranti urbani, in osmosi con i flussi di traffico lungo le direzioni Casale – Alessandria – Novara.
***
L’importanza dell’infrastruttura è tale – è sempre stata tale – che la sua mancanza ha gettato nel caos non soltanto il traffico di tutta la “Zona Ospedale”, soprattutto in periodo scolastico, ma ha riverberato effetti negativi sul categorie molto più estese di utenti, che per mille motivi giungono a Vercelli, oppure lasciano la città.
Quindi, qualcosa andava comunque fatto.
Si è scelto – sempre senza che nessuno proferisse verbo per tentare altre soluzioni, la prima fra tutte il recupero del Cavalcavia – di praticare un “taglio” nell’ “istmo” tra le Vie Tavallini, Chiais e Testi: una via di fuga, piuttosto che una soluzione vera e propria.
Ma qualcosa andava fatto: ci hanno presi perché siamo oppressi dal bisogno, dalla necessità.
Ma se il cittadino comune si trova impotente rispetto a decisione che paiono cadere non solo “dall’alto”, ma da Marte, alcuni Tecnici veri, professionisti affermati, nutrono perplessità, a proposito di questa idea.
Perplessità che, in un commento rilasciato a VercelliOggi.it, suonano così:
“Il passaggio a raso sulla ferrovia Vercelli-Casale con accesso in area Aravecchia è per lo meno ardito.
Si tratta di un dosso con un versante sagomato a curva a gomito, in fregio ad edificio di civile abitazione protetta da muro in cemento armato lungo il marciapiede.
La causa di tutto ciò è dovuta al fatto che le due vie da collegare ai lati ferrovia sono tra loro perpendicolari.
Per di più, quella parallela ai binari, ha una carreggiata stretta e costeggia villette abitate.
Sembra quasi una barzelletta”.
Se lo dicono Tecnici preparati ed affermati, che nutrono la stima generale, a VercelliOggi.it non resta che offrire le immagini di come stiano realmente le cose al cantiere: come si prepara ad essere davvero questa modifica alla viabilità.
Il video ci metta a contatto, peraltro, con una vista sulla città davvero molto suggestiva.
Un ringraziamento al Vercelli Palace Hotel per la collaborazione.